ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Clima, Confindustria e Deloitte: costo emissioni gas serra nel G7 penalizza competitività-Lavoro, ecco 6 consigli per affrontare al meglio un colloquio in inglese-Guglielmo Marconi, 150 anni fa la nascita di uno dei più grandi inventori della storia moderna-Israele, Hamas: "Giù armi con accordo su 2 Stati". Proteste pro Gaza in campus Los Angeles, 93 arresti-Bce: "Inflazione Eurozona continua a decelerare, crescita in ripresa graduale in 2024"-25 aprile, Meloni: "Con fine fascismo poste basi democrazia". Salvini: "Sempre onorato senza sbandierarlo"-Fiorello: "72% italiani si sente antifascista, l'altro 28% manda curriculum alla Rai"-25 aprile, manifestazioni in tutta Italia: tensioni al corteo a Roma-Francia, cadute le pale del Moulin Rouge a Parigi-25 aprile, a Roma in piazza manifestanti pro Palestina e Brigata ebraica: grida e insulti - Video-Pechino Express 2024, oggi ottava tappa: 5 coppie ancora in gara, chi andrà in semifinale?-Dengue e malaria, boom di casi: è colpa del clima, allarme infettivologi-Disturbi della memoria, scoperto come il cervello distingue e conserva eventi simili-Ucraina, ecco i nuovi missili Atacms: come cambia la guerra-Ucraina, Biden: "Subito armi a Kiev". Missili Atacms già inviati in segreto-Houthi rivendicano attacchi contro due navi Usa e una israeliana-Europee, magistrato Tarfusser si candida: ira Castagna contro Calenda-Enel, intesa con sindacati: 2.000 ingressi in 3 anni-Atalanta-Fiorentina 4-1, nerazzurri in finale Coppa Italia contro la Juve-Spagna, l'annuncio di Sanchez: "Lunedì decido se restare premier"

Acqua, dal 25 al 27 Maggio le giornate della salute del mare

Condividi questo articolo:

Pensiamo al mare e alla sua salute. 25, 26 e 27 maggio: tre giorni dedicati al delicato ecosistema marino, e ai nostri mari, che il mondo c’invidia

La scarsità d’acqua è un problema che si sta aggravando con la questione della pressione demografica, dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento. Le riserve d’acqua del mondo dovrebbero garantire ad ogni membro della popolazione il fabbisogno necessario a coprire ogni esigenza. Di tutta l’acqua sulla Terra il 97% è salata.

Pensiamo alla salute dell’acqua, quindi. Come ogni anno il 25, 26 e 27 maggio saranno le giornate dedicate alla difesa del mare dall’inquinamento e dall’illegalità. Il nostro Paese vanta località marine bellissime, le nostre coste sono meta ambita da migliaia di turisti ogni estate ma anche, purtroppo, bersaglio di comportamenti incivili e amministrazioni poco efficienti. Tre giorni da dedicare alla salute del delicato ecosistema marino, all’integrità e alla protezione della bellezza dei nostri mari che tutto il mondo c’invidia. Un gesto concreto di volontariato ambientale che aiuterà ad accendere l’attenzione sulla necessità di tutelare il mare e le coste, un patrimonio prezioso per la vita delle comunità locali e la ricchezza dell’intero Paese. In attesa di Rio +20 queste sono le questioni da affrontare, la campagna “Spiagge e Fondali Puliti” vuole sottolineare che la valorizzazione dei mari e dell’ambiente è la base sulla quale costruire un vero green new deal.

Il mare è una delle risorse più importanti che potrebbe anche nel nostro Paese essere di grande utilità per la questione della scarsità d’acqua. Infatti l’uso dell’acqua salata nel processo di desalinizzazione è di naturale importanza per la questione della disponibilità dell’acqua non solo in Italia ma in tutto il mondo. La necessità di desalinizzare l’acqua è il punto cardine del dibattito sul futuro dell’intero pianeta e sul bisogno di assicurarsi l’acqua potabile con un piano che soddisfi l’intera regione del Mediterraneo di cui facciamo parte entro il 2050.

(chiara palmieri)

Questo articolo è stato letto 45 volte.

acqua, difesa acqua, difesa mare, inquinamento marino, mare italiano, tre giorni salute mare

Comments (7)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net