olio di cocco

Lavare i denti con l’olio di cocco

Condividi questo articolo:

 

olio di coccolio di

Vuoi un’alternativa al dentifricio industriale? Prova l’olio di cocco

L’olio di cocco protegge i denti dai batteri che li aggrediscono ed è efficace per l’igiene orale.  Ecco le ragioni per usarlo per l’igiene orale:

Non ci sono prodotti chimici

I dentifrici tradizionali contengono degli antibatteri prodotti chimicamente come il triclosano che ultimamente è molto discusso per la sua pericolosità. Alcuni ritengono sia cancerogeno

Funziona contro i batteri

Per le gengive, dieci minuti al giorno di contatto con l’olio di cocco riducono la presenza di streptococco mutans, uno dei batteri responsabili della carie dentaria.

No tensioattivi

Alcuni prodotti industriali contengono il laurilsolfato di sodio, un tensioattivo ad effetto schiumogeno. I tensioattivi possono interferire con le nostre papille gustative  in quanto rompono i fosfolipidi nella nostra bocca. Per questo dopo aver lavato i denti tutti i sapori ci sembrano alterati.

Economico

Ne basta poco e dura molto a lungo.

Facile da realizzare

Ecco gli ingredienti per realizzare un dentifricio all’olio di cocco:

  • Olio di cocco (2 cucchiai)
  • Bicarbonato di sodio (cucchiai)
  • Oli essenziali (ad esempio estratto di menta per dare sapore: 10 gocce)
  • Xilitolo (se vogliamo aggiungere un gusto dolce)

Possiamo aggiungere alla pasta anche la bentonite, utile per dare la consistenza adeguata.

È possibile usare anche l’olio di cocco per fare dei risciacqui, proprio come faremmo con un collutorio.

a.po

Questo articolo è stato letto 121 volte.

cocco, dentifricio, Olio di cocco, salute, Tensioattivi

Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net