Pane cotto tra chiodi arrugginiti e legna verniciata

Condividi questo articolo:

Maxi sequestro in provincia di Napoli: forni abusivi e in cattive condizioni igienico-sanitarie

 

Non proprio uno scenario salutistico e tradizionale quello che si sono trovati dinanzi i carabinieri di Napoli e del Nas in un blitz concluso tra Napoli e Provincia, con 63 persone denunciate, circa 3,5 tonnellate di pane sequestrate e multe per 100 mila euro. Le forze dell’ordine hanno controllato

200 forni (13 dei quali sequestrati), predisposti posti di blocco su strada per intercettare e verificare mezzi usati per il trasporto e, infine, ispezionato market e negozi di alimentari.

I carabinieri hanno chiuso diversi forni abusivi: 6 ad Acerra, 3 ad Arzano e 4 a Crispano, Pomigliano d’Arco, Afragola e Casoria. In un forno sono stati trovati depositi di legna proveniente da scarti di cantieri edili, con chiodi arrugginiti ed evidenti tracce di calce e vernici.

 

L’operazione ha portato al sequestro di 3572 chilogrammi di pane, di 380 kg. di farina e di 70 kg. d’impasto in cattivo stato di conservazione; alla denuncia di 63 persone e comminato sanzioni amministrative per oltre 101.000 euro.

gc

Questo articolo è stato letto 1 volte.

alimentazione, Nas, pane Napoli, panificio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net