Il cibo spazzatura riduce il QI dei bambini

Condividi questo articolo:

 

Il cibo spazzatura riduce il quoziente intellettivo dei bambini: secondo una ricerca chi mangia il cibo dei fast food risulta essere meno intelligente di chi mangia cibi sani

Il cibo spazzatura fa male non solo al fisico, ma anche alla mente. Una cattiva alimentazione, infatti, riduce il loro quoziente intellettivo dei bambini. A lanciare l’allarme è il risultato di uno studio condotto dalla dottoressa Sophie Von Strumm, ricercatrice presso il Dipartimento di Psicologia della Goldsmiths, dell’Università di Londra.

Lo studio evidenzia che i bambini del Regno Unito che adottano una sana alimentazione hanno un QI maggiore rispetto ai coetanei che mangiano spesso il cibo spazzatura di fast food e take away. Lo studio ha coinvolto 4.000 bambini scozzesi di età compresa tra i 3 e i 5 anni, cercando di individuare le eventuali connessioni tra sana alimentazione e sviluppo intellettivo e portando delle prove evidenti a supporto delle comuni teorie che sostengono che il tipo di cibo che mangiamo influenzi lo sviluppo celebrale.

Il cibo spazzatura, quindi, nonostante dia ai bambini un senso di sazietà, fa si anche che accumulino chili di troppo e abbassino il volo QI. Ricordiamo anche che un vecchio studio aveva evidenziato il legame tra l’obesità e lo stato del cervello: i tanti chili di troppo fanno sì che il nostro cervello si restringa e si atrofizzi in una sola regione,  l’ipotalamo, indispensabile per il controllo di appetito e peso corporeo.

 

Questo articolo è stato letto 4 volte.

alimentazione bambini, calcolo quoziente intellettivo, Cibo spazzatura, cibo spazzatura QI, quoziente intellettivo, sana alimentazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net