ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Il Caffe’ verde aiuta a dimagrire?

Condividi questo articolo:

il caffe’ verde e’ sempre piu’ richiesto come aiuto per perdere peso: aiuta a controllare il livello di glucosio nel sangue

 

Per anni il caffè verde (caffè crudo e non torrefatto) è stato utilizzato nella medicina tradizionale cinese e ayurvedica per combattere il colesterolo. Di recente, lo si sta sperimentando come coadiuvante nelle diete ipocaloriche volte alla riduzione e al controllo del peso.  Nel caffè verde si trovano infatti specifiche sostanze che agiscono in maniera polifunzionale. Alcune di esse, come l’acido clorogenico – un naturale antiossidante, polifenolo, acido organico – aiutano a riequilibrare la glicemia nel sangue. L’acido clorogenico, è in grado di ridurre la glicogenolisi epatica (la trasformazione del glicogeno a glucosio nel fegato) e dunque, il glucosio in circolazione. Si verifica pertanto un abbassamento del tasso di glicemia nel sangue. L’effetto sul controllo degli zuccheri nell’organismo è amplificato dall’inibizione del loro assorbimento. Sembra che questo avvenga attraverso un meccanismo di intervento specifico sulle cellule della mucosa intestinale nella quale, l’acido clorogenico, collabora nel velocizzare il passaggio degli zuccheri, evitando che si formino le riserve sottoforma di grassi. 

Assumendo caffè verde dunque, si aumenta l’attività di eliminazione dei grassi da parte dell’organismo. Il caffè verde inoltre, per il suo alto contenuto di antiossidanti, agisce direttamente sul miglioramento del sistema immunitario e di quello circolatorio. 

Il caffè verde, così come quello tostato, contiene la caffeina, molecola frequentemente utilizzata in ambito dimagrante per le sue interazioni con il tessuto adiposo. Il concentrato di caffeina contenuto nel caffè verde però, è di gran lunga inferiore rispetto a quello contenuto nel caffè tostato. La sua specifica formulazione chimica, inoltre, ne riduce i tempi di assorbimento. Per tale motivo, la caffeina contenuta nel caffè verde è più indicata nella dieta dei soggetti a questa sensibili, dunque, il suo assorbimento più lento, determina minori effetti collaterali. 

Si può preparare il proprio caffè verde comprando i semi verdi (non tostati), pestandoli in un mortaio così da ridurli in polvere, e successivamente immergendoli in acqua bollente. Si lascia la polvere in infusione per almeno 15 minuti, si filtra l’infuso e si beve al mattino. 

Per una maggiore semplicità di assunzione e per evitare il sapore molto amaro determinato dai componenti in esso contenuti, si consiglia l’utilizzo del caffè verde sotto forma di compresse, nella misura di una al giorno. 

Le proprietà del caffè verde possono essere utili al dimagrimento e al raggiungimento del peso forma, ma da sole non bastano se non associate ad una corretta alimentazione e a un costante esercizio fisico. È possibile trovare il caffè verde, sia in grani che sotto forma di compresse, in molti negozi specializzati, nelle erboristerie e nei negozi che vendono alimenti biologici.

(Daniela Cuozzo)

Questo articolo è stato letto 14 volte.

acqua, caffè, caffè verde, verde, zuccheri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net