ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Governo: domani Conte a rapporto Soer su ambiente in Ue e Italia-Fase 2: Pd a Patuanelli, 'su innovazione no a misure spot'-Sicilia: sette escursionisti soccorsi a Pizzo Manolfo-2 giugno: Candiani (Lega), ‘in piazza contro i soprusi provvedimenti legge del governo’-Usa: Milan aderisce a protesta social e chiede giustizia per Floyd-2 giugno: M5S, 'da centrodestra sfregio a Repubblica, offesi italiani'-Ponte Messina: Miccichè, 'Renzi e Franceschini lo vogliono? Sappiamo tutti che non si farà...'-Ponte Messina: Miccichè, 'Renzi e Franceschini lo vogliono? Sappiamo tutti che non si farà...' (2)-2 giugno: Gallera in piazza, 'vergognoso attacco a Lombardia e a sistema sanitario'-2 giugno: Mulé (Fi), 'bene appello Mattarella a unità, ma governo lo ignorerà'-2 giugno: Fico, 'ferite Codogno di tutti italiani, giusto ricordare oggi vittime'-2 Giugno: Fico, 'ripartenza da scuola e sanità, da lì ricostruiamo Paese'-2 Giugno: Fico, 'Parlamento accetti sfide, ridisegni futuro Paese'-Sicilia: Miccichè, 'manifestazione contro Samonà e Lega una sciocchezza, demagogia pura'-Fi: Miccichè, 'in Sicilia è un altro partito rispetto al resto Italia, chi è andato via non aveva voti'-2 giugno, centrodestra in piazza a Roma-Calcio: giocatori Inter chiedono giustizia per Floyd-Caos procure: Lega Giovani, flash mob davanti tribunale Tribunale per 'toghe pulite'-Caos procure: Lega Giovani, flash mob davanti tribunale Tribunale per 'toghe pulite' (2)-Coronavirus: premio speciale Rosa Camuna ad anestesista che individuò paziente 1

I geni si controllano con il pensiero

Condividi questo articolo:

I geni si possono controllare con il pensiero. Come? Scopriamolo insieme

 

Non è fantascienza: i geni si possono controllare con il pensiero.  A scoprirlo è stato un gruppo di ricercatori del Politecnico di Zurigo, coordinati da Martin Fussenegger: gli esperti, usando le onde cerebrali sono riusciti a ‘convincere’ i geni a produrre delle particolari proteine. ‘Per la prima volta siamo stati in grado di entrare nelle onde cerebrali, trasferirle senza fili a una rete di geni e regolare la loro conversione nel tipo di proteine voluto’, spiega Fussenegger .

 

l sistema si basa sull’uso di una cuffia per eeg e si ispira al gioco Mindflex, dove si indossa una speciale cuffia con sensori sulla testa che registrano l’elettroencefalogramma (eeg) poi trasferite nell’ambiente di gioco. Le onde cerebrali registrate vengono trasmesse senza fili tramite bluetooth ad un regolatore, che controlla un apparecchio che genera campi elettromagnetici. Una lampada a led, che emette luci a infrarossi, si accende e illumina una camera di coltura che contiene le cellule geneticamente modificate, che iniziano così a produrre le proteine desiderate. L’impianto è stato testato su cellule in coltura e topi, controllato con i pensieri di vari soggetti. Si è così visto che i livelli di proteina cambiavano a seconda dello stato d’animo. I ricercatori sperano in futuro di realizzare impianti controllati dal pensiero che aiutino a trattare malattie neurologiche.

‘E’ un grande risultato’, commenta Giuseppe Novelli, genetista e presidente dell’università di Roma Tor Vergata. ‘Si è sviluppato un meccanismo di controllo dell’espressione dei geni con sensori infrarossi attivati dal cervello umano sulla base delle emozioni. Finora i geni potevano essere accesi solo chimicamente e serviva molto tempo. Ma nel cervello, dove le comunicazioni vanno alla velocità di millisecondi, serve altro e la luce è l’unica cosa che viaggia velocissima. Qui la luce viene usata per attivare sensori che così rispondono subito. Un grande risultato, ottenuto per la prima volta’.

gc

Questo articolo è stato letto 4 volte.

controllare i geni con il pensiero, geni, geni pensiero, pensiero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net