ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Giustizia: Coppola attacca Gamacchio, 'malagiustizia frutto di logiche di corrente' (2)-Roma: Meloni, 'quando ci incontreremo troveremo accordo per candidato sindaco'-Lombardia: iniziato il 'tour' di Guidesi tra le imprese, prima tappa in Valseriana-**Recovery: Meloni, 'Parlamento dovrà votare a scatola chiusa'**-Recovery: Meloni, 'Parlamento dovrà votare a scatola chiusa' (2)-Recovery, Corso (Polimi): "Imprese in ritardo su e-commerce e big data, serve affiancamento"-Musica: Zucchero, il 14 maggio arriva 'Inacustico d.o.c. & more'-Vitalizi: Perilli, 'nessuna lezione da Formigoni, fieri di nostra battaglia solitaria'-Da startup a leader, per Barò Cosmetics +110% fatturato nel 2020 grazie a online-Msd Italia riconosciuta 'Best workplace 2021'-Salone Mobile: i dubbi di un espositore, dispiace ma non ci sono premesse'-Roma: Calenda rilancia voce e punzecchia il Pd, 'niente primarie e Zingaretti candidato' (2)-Covid: 14.761 nuovi casi e 342 morti-Recovery: Della Vedova, 'bene piano per riforme strutturali'-Università: Cattolica, da Fondo Gemelli 1,3 mln in agevolazioni per sostenere studi-Covid: Salvini, 'nessuna chiusura spiagge, Lega ce la mette tutta'-Recovery: Letta, 'governo alla stretta finale, fondamentali obiettivi per donne e giovani'-Omofobia: Binetti, 'no a libri porno a scuola, ministero Istruzione intervenga'-Covid: Morani, 'centri commerciali devono poter riaprire anche in festivi e prefestivi'-Scuola: Rauti, 'a Fiumicino dimostrata volontà di introdurre ideologia gender'

Dalla Germania arriva il bollino ‘naturale’ per i cosmetici

Condividi questo articolo:

In Germania nasce un nuovo marchio di qualità per i prodotti cosmetici rispettosi della natura, un marchio che distingue questi prodotti da quelli sintetici, tossici, manipolati geneticamente. Il caso inoltre di un’azienda che ha la certificazione “naturale” perchè i trucchi sono a base di oli ed estratti vegetali

Diceva John Milton che “la bellezza è la moneta della natura, non bisogna accumularla, ma farla circolare”. E forse – anche per questo – molte linee cosmetiche strumentalizzano la parola “naturale” come marchio per la pubblicizzazione dei prodotti. Ma quanti sono veramente elaborati con materie prime biologiche e rispettose di norme di fabbricazione sostenibili? L’Associazione delle industrie tedesche per prodotti farmaceutici, sanitarie, alimentari e igienici, fondata nel 1951 a Mannheim, ha creato nel 2001 la certificazione BDIH (www.ionc.info/index.php?id=64&L=4), un marchio per lasciare in chiaro le regole del gioco. Pulito. Per ottenere il bollino BDIH, circa il 60% dei prodotti di un marchio devono sottostare ad una produzione sostenibile. Ovvero, compiere alcuni parametri di sicurezza, salute ed ecologia. Ad esempio, nella fabbricazione, non possono essere stati utilizzati prodotti sintetici o tossici, piante manipolate geneticamente, collageno animale, coloranti o materie di petrolchimica e, finalmente, il prodotto non deve essere stato testato sugli animali. La certificazione BDIH promuove invece l’utilizzo di prodotti di agricoltura biologica e la conservazioni con acido benzoico e sorbico molto leggeri. C’è una lista di 700 composti autorizzati. Oltre all’assistenza dello standard della cosmetica naturale, la BDIH offre consigli giuridici riguardanti la produzione e la commercializzazione di prodotti cosmetici, alimenti e farmaceutici. Lo strumento fondamentale sono i gruppi di lavoro che collaborano con altre associazioni ed esperti in soluzioni sostenibili. Uno dei pochi marchi che si vanta di avere la certificazione BDIH è “Santé Naturkosmetik”. La linea di trucchi è a base di oli e estratti vegetali e i processi di produzione sono controllati, si svolgono secondo norme di sostenibilità e a basso impatto sull’ambiente. Un solo prodotto rimane fuori dal coro: la lacca trasparente per fissare lo smalto sulle unghie. (Gfc)

Questo articolo è stato letto 8 volte.

bdih, bellezza, cosmetici, sostenibilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net