ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Intesa Sp: a Ferragosto ingresso gratuito alle Gallerie d'Italia-Intesa Sp: a Ferragosto ingresso gratuito alle Gallerie d'Italia (2)-Dj morta: ore d'ansia per Gioele, la zia 'Viviana non gli avrebbe mai fatto del male'/Adnkronos-Dj morta: ore d'ansia per Gioele, la zia 'Viviana non gli avrebbe mai fatto del male'/Adnkronos (2)-Dj morta: ore d'ansia per Gioele, la zia 'Viviana non gli avrebbe mai fatto del male'/Adnkronos (3)-**Fase 3: Murero (Unina), 'con IA +16% Pil al 2030 ma è fallace'** (2)-Senza filtri: Covid 19 conta più la salute o l’economia?-Dj morta: la cognata agli inquirenti, 'Viviana non avrebbe mai fatto del male a Gioele'-Vaccino Covid, allo Spallanzani dal 24 agosto test su 3 volontari-Fase 3: Deloitte, sostegno al turismo e al made in Italy per ripartenza Paese-Coronavirus: in Lombardia stabile numero pazienti in terapia intensiva-Somma (Confindustria Basilicata): "Dopo 20 anni vediamo politiche per Sud"-Sulle tracce del piccolo Gioele, "Ricerche difficili, anche emotivamente"-Dj morta: sulle tracce del piccolo Gioele, vigili fuoco 'ricerche difficili, anche emotivamente' (2)-Dj morta: sulle tracce del piccolo Gioele, vigili fuoco 'ricerche difficili, anche emotivamente' (3)-Banderas positivo al Covid: "Compleanno in quarantena"-Lega, Bossi: "Nostri territori barattati per voti al Sud"-Giletti conferma: "Io sotto scorta da 2 settimane"-Vaccino influenza, Tar Lazio conferma l'obbligo-Inps: Bellanova, 'rendere pubblici nomi parlamentari che hanno ottenuto il bonus'

L’olio di “cumino nero”? Un toccasana!

Condividi questo articolo:

I semi della Nigella sativa sono un rimedio antico ed efficace

Per olio di “cumino nero” si intende l’olio ricavato dai semi di un piccolo arbusto noto come Nigella sativa, che cresce nell’Asia sud-occidentale, nel Mediterraneo e in Africa. Questa pianta produce minuscoli semi neri, che sono stati usati come rimedi naturali, soprattutto sotto forma di olio, per migliaia di anni: gli archeologi li hanno trovati nella tomba di King Tute e hanno scoperto che Cleopatra li usava per capelli e pelle. Nella letteratura islamica, la Nigella sativa è considerata una delle più grandi forme di medicina curativa e Ippocrate l’impiegava in caso di problemi digestivi.

Per questa sua fama, sono state condotte, negli anni, numerose ricerche. Da quanto emerso, sembrerebbe che i semi possano avere effetti antidiabetici, antitumorali, immunomodulatori, analgesici, antimicrobici, antinfiammatori, spasmolitici, broncodilatatori, epato-protettivi, gastro-protettivi, antiossidanti e possano influire sulla salute dei reni.

Come utilizzare la nigella?
Se avete preso l’olio, potete aggiungerlo alle zuppe. Altrimenti macinate i semi e aggiungeteli al curry, all’impasto delle fritture e ai condimenti.

Mi raccomando, nonostante la nigella venga erroneamente chiamata cumino nero, non è imparentata con il vero cumino nero (Bunium persicum), pianta quasi sconosciuta nel mondo occidentale. Il suo aroma ricorda la cipolla e, per questo, può essere anche utilizzata come guarnizione per il pane.

Per quanto riguarda la panificazione, nel caso non vi piacesse il sapore, vi consigliamo anche il sesamo, seme dalle proprietà eccezionali e dal sapore amabile.

Questo articolo è stato letto 31 volte.

Cumino, cumino nero, nigella sativa, olio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net