Ti manca vitamina K?

Condividi questo articolo:

Una breve introduzione alla carenza di vitamina K

Ormai lo sappiamo: abbiamo bisogno di includere cibi ricchi di vitamine nella nostra dieta. Nello specifico, abbiamo bisogno di Vitamina A, Vitamine del gruppo B (tiamina, riboflavina, niacina, acido pantotenico, acido folico, biotina e vitamine B6 e B12), Vitamina C, Vitamina E, Vitamina D, Vitamina K. Le vitamine D e K vengono sintetizzate nel corpo, la prima dopo l’esposizione al sole e la seconda dai batteri nell’intestino umano.

Molte persone soffrono in Europa di carenza di vitamina D, mentre, per quanto riguarda la vitamina K, la carenza è meno comune negli adulti. Tuttavia, può ancora verificarsi nei bambini, specialmente in quelli con fibrosi cistica, celiachia, sindrome dell’intestino corto e disturbi del malassorbimento del fegato e / o dei grassi.

Il corpo ha bisogno di vitamina K per la corretta coagulazione del sangue e il metabolismo osseo. In particolare, questa vitamina attiva i fattori di coagulazione nel sangue prodotti nel fegato.

Quando le persone mangiano cibi ricchi di vitamina K, in realtà assumono la sua forma alimentare fillochinone, nota anche come vitamina K1. Il cibo poi va all’intestino crasso, dove i batteri intestinali lo convertono in menachinone o vitamina K2, la forma di conservazione della vitamina.

Secondo il National Institutes of Health, gli uomini dovrebbero introdurre 120 microgrammi di vitamina K ogni giorno, mentre le donne dovrebbero consumare 90 microgrammi.

Quali fattori possono inibire l’assorbimento di vitamina K?

– l’assunzione di anticoagulanti o antibiotici che interferiscono con l’assorbimento della vitamina K.
– l’assunzione di dosi estremamente elevate di vitamina A o E
– non consumare il fabbisogno dietetico per la vitamina K 
– Per i neonati e i bambini che non hanno abbastanza vitamina K, ciò potrebbe essere causato dall’incapacità della placenta della madre di trasferire la vitamina K al bambino.

Poiché è essenziale per una corretta coagulazione del sangue, il sintomo principale associato alla carenza di vitamina K è il sanguinamento eccessivo.

Questo articolo è stato letto 26 volte.

carenza, Vitamina K, vitamine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net