siena

Patrimoni Unesco: 1995, Centro storico di Siena

Condividi questo articolo:

siena

Viaggio tra i Patrimoni Unesco in Italia

Siena, perfetta rappresentazione di una città medievale che, nel corso dei secoli, ha conservato il suo particolare aspetto acquisito tra il XII e il XV secolo.

Fondata dagli Etruschi e poi colonia romana, Siena raggiunse il suo massimo splendore nei primi decenni del XIV secolo, periodo in cui vennero costruiti la maggior parte dei monumenti che la caratterizzano.

Il centro storico di Siena, dichiarato Patrimonio UNESCO nel 1995 ha conservato le proprie caratteristiche determinando un capolavoro di inventiva. Gli edifici sono stati disegnati per essere adattati alla struttura cittadina creando un esemplare urbano unico inserito nel circostante paesaggio culturale. Siena, per queste sue caratteristiche, durante il Medioevo ha influito in modo sostanziale sull’arte, l’architettura e la pianificazione urbana sia italiana che europea.

Siena conserva ancora oggi un centro storico praticamente intatto ed è grande custode di una storia gloriosa e di inimitabili tradizioni.

Il suo centro storico è delimitato dagli antichi bastioni, costruiti tra il XIV e il XVI secolo, che seguono il contorno delle tre colline sulle quali è stata edificata la città, collegate da tre grandi strade che si intersecano a Y in una valle diventata in seguito Piazza del Campo.

Il centro storico di Siena contiene una varietà di edifici di proprietà pubblica, privata ed ecclesiastica che si estende per 107 ettari ed è delimitata dalle antiche mura cittadine, che ne garantiscono un netto confine.

Dentro le mura fortificate, lunghe sette chilometri, sopravvivono nelle loro funzioni originarie case-torri, palazzi, chiese e strutture religiose, ma anche alcune splendide fontane, la rete stradale e gli spazi verdi correlati al piano urbano.

Fulcro dell’identità locale, il centro storico rappresenta le attività economiche e l’espressione sociale della comunità.

Gli strumenti urbanistici seguiti nel tempo hanno mantenuto queste funzioni pur continuando a garantire il rapporto storico della città murata con il contesto agricolo circostante.

Nel centro storico di Siena si trova la bellissima Piazza del Campo, di origine medievale con forma a valva di conchiglia, al centro della quale è posta la monumentale Fonte Gaia costruita fra il 1409 e il 1419, mentre quella che si ammira oggi è una fedele riproduzione di Jacopo della Quercia.

piazza del campo siena

Circondato dalla Piazza, si trova il Duomo, una delle più belle creazioni del gotico italiano, iniziato nel 1229 e portato a termine solo alla fine del secolo successivo. Sullo sfondo della piazza c’è il Palazzo Pubblico che fu eretto tra il 1297 e il 1342, una delle maggiori opere in stile gotico della Toscana con un corpo centrale più alto, fatto costruire dal Governo dei Nove alla fine del ‘300.

Sul fianco si erge, nei suoi 102 metri d’altezza, la Torre del Mangia che risale al 1348, ai cui piedi si trova la Cappella di Piazza a forma di loggia, mentre in uno dei punti più animati della città, denominato Croce del Travaglio, sorge la Loggia della Mercanzia in stile gotico rinascimentale da cui partono le tre principali arterie della città.

Il caratteristico stile gotico di Siena è illustrato dall’arco senese per eccellenza, introdotto in città dall’oriente durante le crociate.

L’arco ha dominato gli stili di costruzione successivi, restando un elemento architettonico predominante fino al Rinascimento, nonostante siano stati prediletti gli elementi gotici  anche quando gli edifici subirono importanti ristrutturazioni dal XVII al XIX secolo.

Siena è una città medievale eccezionale che ha conservato il suo carattere e la sua qualità in misura notevole. Il centro storico di Siena, attraverso le sue caratteristiche urbanistiche e architettoniche, è una testimonianza della creatività umana ed esprime in forma materiale le capacità artistiche ed estetiche dell’uomo.

siena torre del mangia

La struttura del paese e la sua evoluzione, ininterrotta nei secoli, ha fatto di Siena uno degli esempi più preziosi della città medievale e rinascimentale italiana e il suo attuale stato di conservazione e la sua autenticità storica rendono Siena un raro esempio di città medievale di tali dimensioni.

Il numero degli abitanti è rimasto relativamente basso e di conseguenza, non sono state intraprese estensioni urbane su larga scala.

I dintorni della città sono stati oggetto solo di piccoli interventi, come i progetti intrapresi nel corso dell’Ottocento, diventati parte integrante della sua attuale autenticità storica.

L’originale esempio di civiltà artistica, la sua architettura, pittura, scultura e urbanistica, ha determinato un’importante influenza culturale non soltanto nel territorio della Repubblica di Siena, ma anche in Italia ed Europa, in particolare tra il XIII e il XVII secolo. La raffinatezza e le atmosfere tipicamente medievali di Siena sono stati importanti requisiti per la nomina di Siena capitale italiana della cultura 2015.

La proprietà comprende, oltre alle mura, molti altri importanti elementi originari quali le fontane con le relative gallerie, la viabilità e gli spazi verdi legati al piano urbanistico, gli edifici pubblici e le residenze tra cui palazzi e case torri.

Come risultato di questi fattori, la forma urbana originale della città, con il suo piano stradale del XV secolo, è stata mantenuta insieme ai progetti in stile gotico dei suoi edifici pubblici, palazzi e torri.

siena

I parchi cittadini vengono valorizzati attraverso una rivalutazione dei giardini pubblici per mantenere l’antico rapporto tra la città murata e le verdi vallate circostanti.

Le attività tradizionali, inoltre, continuano in aree specifiche della città come avveniva nel Medioevo e come si nota lungo Banchi di Sopra e Banchi di Sotto. Queste prime strade erano occupate dai cambiavalute e ora sono fiancheggiate da banche. In aggiunta con il sostegno unico delle “contrade”, l’attuale assetto urbanistico salvaguarda gli aspetti sociali e culturali della città attraverso la promozione di una politica di recupero della tradizionale destinazione residenziale degli edifici all’interno del centro storico.

Alessandro Campa

 

 

Questo articolo è stato letto 21 volte.

alessandro campa, centro storico di siena, patrimoni d'italia, patrimoni Unesco, patrimoni unesco in italia, Siena, Siti Unesco, toscana

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net