ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
730 precompilato 2024, da oggi si può inviare: come fare, i tempi dei rimborsi-"Britney Spears pericolo per sé e per gli altri", l'allarme sui media Usa-Fidanzati morti in garage a Napoli, il padre di lui si toglie la vita-Ia, Ferri (Ey): "Cambierà l’80% delle professioni nei prossimi cinque anni"-Sostenibilità, concorso EvolveArt: premiate le 8 opere vincitrici-Mahmood, 'Nei letti degli altri' è Disco di Platino-Stop social per under 16 e 'paletti' ai baby influencer: la bozza del ddl-Biden: "Vergognosa richiesta Corte penale internazionale mandato arresto per Netanyahu"-Y7, Ferri (Ey): "E' necessario cambiamento di sistema senza perdere di vista esigenze società"-"Lo chiamate ancora Twitter o X?", la domanda del finto Musk scatena i social-Studentessa romana violentata su nave da crociera, arrestati 3 francesi arrestati-Lavoro, Unobravo: +109,7% malessere psicologico, per 8 italiani su 10 rischio burnout-Ia, Deiana: "Il grande gioco-parte prima, la promessa', il mio libro su scenari trasformazione"-Cannes 2024, il ritorno di Demi Moore con il body-horror 'The Substance'-Controllo qualità farmaci, a Merck Italia gli About Pharma Digital Awards-Ingegneri clinici, 'convegno Aiic di riferimento su tecnologie per Ssn'-Incidente a Barletta, auto contro guardrail: morta bimba di 8 mesi-Ostia, polemiche per chioschi "impacchettati" e lidi storici chiusi-G7, Pelino (Y7): "Periodo storico denso di sfide per giovani"-Food: ecco Streg8, nuovo cocktail con Liquore Strega, Bitter 900 Rosso e Chin8 Neri
viaggio

Il senso del viaggio è la meta o il viaggio?

Condividi questo articolo:

viaggio

Uno studio rivela che mentre chi guida preferisce arrivare il prima possibile, chi cammina o va in bicicletta si gode il viaggio e arrivare è solo metà del divertimento.

I ricercatori Prasanna Humagain e Patrick Singleton della Utah State University hanno deciso di fare uno studio sull’utilità del viaggio e hanno chiesto alle persone: «Se potessi schioccare le dita o sbattere le palpebre e teletrasportarti istantaneamente alla destinazione desiderata, lo faresti?».

Per capire qual era la posizione delle persone sui mezzi di trasporto e sul senso del viaggiare, i ricercatori hanno intervistato 648 persone a Portland, in Oregon, e hanno ottenuto risultati molto diversi, a seconda della maniera in cui quelle persone usavano per viaggiare.

Le persone che usano la macchina si sono dimostrate molto più propense ad eliminare il tempo del viaggio per raggiungere la meta.

Tra pedoni e ciclisti, infatti, solo il 27% e il 34%, rispettivamente, sceglierebbero di teletrasportarsi.

Al contrario, il 73% dei conducenti e il 76% dei passeggeri automobilistici coglierebbe l’opportunità di teletrasportarsi e il 66% dei passeggeri del trasporto pubblico si teletrasporterebbe se fosse davvero una possibilità.

Secondo quanto riportato da SSTI, Singleton ha osservato che «le persone sembrano apprezzare l’esercizio che fanno utilizzando modalità di trasporto attive per i loro spostamenti», aggiungendo che ciclisti e pedoni segnalano anche livelli più elevati di salute mentale associati ai loro spostamenti.

I pedoni e i ciclisti, infatti, hanno anche dato risposte più positive alle domande su fiducia, libertà, indipendenza e controllo.

Questo articolo è stato letto 120 volte.

arrivo, bicicletta, Camminare, ciclisti, divertimento, macchina, meta, senso, viaggio

Comments (5)

I commenti sono chiusi.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net