Alitalia – Etihad: Ue da il via libera all’accordo

Condividi questo articolo:

La Commissione europea da il via libera all’ingresso di Etihad in Alitalia a patto che…

 

Via libera, della Commissione Europea all’ingresso di Etihad in Alitalia: l’ok, però, è subordinato all’impegno di liberare alcuni slot a favore di nuovi operatori sulla tratta Roma-Belgrado. A darne notizia è un comunicato della Dg Concorrenza: l’intesa tra le due compagnie, porterà alla creazione di una nuova società, New Alitalia, che rileverà le attività aeronautiche di Alitalia CAI, garantendone la continuità operativa. Etihad acquisirà inoltre il controllo esclusivo di Alitalia Loyalty S.p.A. (Italia), una controllata di Alitalia CAI che ne gestisce il programma ‘frequent flyer’.

Per evitare il rischio di un monopolio sulla rotta Roma-Belgrado rilevato dalla Commissione, Alitalia-Etihad ha offerto di ‘liberare fino a due coppie di slot’ a favore di eventuali nuovi operatori. Non solo: ‘le due società si sono impegnate a fornire ulteriori incentivi, tra cui la possibilità per i nuovi operatori di acquisire diritti pregressi (grandfather rights) dopo un determinato periodo’ e si ricorda che la decisione della Commissione sull’operazione ‘è subordinata al pieno rispetto degli impegni’.

‘Per facilitare l’ingresso di nuovi operatori, le parti si sono inoltre impegnate a offrire un accordo speciale prorata, un accordo di combinabilità delle tariffe, un accordo di interlinea nonché l’accesso al loro programma frequent flyer’.

 

Ora le due compagnie potranno ‘completare l’operazione entro la fine dell’anno’. Un ‘risultato eccellente’, secondo Gabriele del Torchio, Amministratore Delegato di Alitalia.

gc 

Questo articolo è stato letto 11 volte.

accordo Alitalia Etihad, alitalia, Commissione europea, Etihad, ingresso Alitalia

Comments (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net