ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Varese: domani questura inaugura sala per ascolto vittime reati di genere-Aeroporti: dipendenti ex Sea Handling, 'a rischio 550 famiglie, aiutare indotto'-Digital Value: acquista il 51% di Dimira-**Aspi: Atlantia, 'imposizione dell'obbligo di cederla a Cdp esula da facoltà concedente'**-Aspi: Atlantia al Governo, sempre coerenti con impegni assunti il 14/7-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos (3)-Berlusconi: compleanno in quarantena, centinaia di auguri e spegne candeline-Emilia Romagna: ritorna lo storico panificio a Santarcangelo-Mostre: Intesa Sp sponsor prima monografica dedicata ad Artemisia Gentileschi-Gf Vip, Brosio: "Ho rischiato di entrare nella Casa da positivo, tamponi erano negativi"-Confindustria: Landini, 'combattere la precarietà nel lavoro'-Milano: vicesindaco su protocollo abusivismo, 'siamo con cittadini onesti'-Flowe, spazio a temi green sui social e 30mila kg di plastica raccolti-Covivio: inaugura a Milano suo spazio di 'pro-working' con 400 postazioni-Cosentino assolto in appello: "9 anni di inferno, finalmente è finita"-Terrorismo: sindaco Bulciago, 'felice per bambini Brignoli, spero torneranno qui'-Confindustria: Furlan, 'bene appello Bonomi per Patto vero per sviluppo e lavoro'-Lecce, legale famiglia di Daniele: "Movente assurdo, tutto ancora più inaccettabile"-Ue: Bonomi, 'spero che Governo scelga Mes non che lo subisca per cassa'

Somma (Confindustria Basilicata): “Dopo 20 anni vediamo politiche per Sud”

Condividi questo articolo:

Potenza, 10 ago. (Labitalia) – “Dopo oltre venti anni assistiamo a un’inversione di tendenza, da parte della politica, per le politiche per il Sud”. Lo dice all’Adnkronos/Labitalia il presidente di Confindustria Basilicata, Francesco Somma. “L’ultima volta – spiega – che abbiamo visto un’attenzione nei confronti dell’economia meridionale è stato con Industria 4.0, poi più nulla”. “Ora invece – sottolinea Somma – c’è la consapevolezza che il Sud vada concretamente aiutato, perché se cresce crescerà anche il Nord. Questo è il nostro auspicio perché negli ultimi anni il Sud è stato abbandonato, visto che anche il vincolo del 34% delle Pa, per investimenti pubblici, non è mai stato rispettato”.

“In questi mesi – commenta – il governo ha fatto benissimo a mantenere la pace sociale, ma non si possono bloccare le imprese. Bisogna far partire immediatamente il cantiere infrastrutturale, perché l’occupazione si può mantenere solo se ripartono gli investimenti pubblici”.

“E’ in arrivo – ricorda – un’agevolazione del 30% dei contributi previdenziali per tutte le aziende che operino nel Mezzogiorno, dal 1° ottobre al 31 dicembre 2020. Bene, però dati alla mano quel 30% alla fine porterà un beneficio del 9% che è comunque un incremento positivo, ma che necessita di condizioni concerete affinché il Sud possa ripartire”.

“Ci siamo espressi chiaramente – sottolinea Francesco Somma – più volte sul fatto che il blocco dei licenziamenti non può essere una soluzione alla crisi, né per le imprese né per i lavoratori. Non favorisce neanche nuova occupazione, anzi impedisce la ristrutturazione in vista della ripresa. La disoccupazione si creerà, ma non si può assorbire per decreto”.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net