ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Estate: Pilenga (Sics), ‘con oltre 300 cani salvataggio missione compiuta’

Condividi questo articolo:

Roma, 15 set. (Labitalia) – “Missione compiuta. Un’impegnativa estate per i cani da salvataggio Sics. Sembrava impossibile,con tutte le scuole chiuse di ogni ordine e grado, pensare di schierare sulle spiagge italiane un piccolo esercito di oltre 300 cani per il salvataggio e la prevenzione”. Lo dice all’Adnkronos/Labitalia Ferruccio Pilenga, fondatore dei Sics ( la più grande realtà Internazionale che si occupa di salvataggio in mare con unità cinofile) che insieme al suo terranova Mas ha creato metodologie innovative e mai proposte nel settore del salvataggio.

“Grazie all’impegno – sottolinea – di tutti gli istruttori Sics insieme ai loro cani, in oltre 13 scuole riconosciute in Italia, si è potuto schierare un vero esercito di cani da salvamento. Terranova, Labrador, golden retriver , numericamente i più presenti, si è permesso di non rinunciare a questo prezioso aiuto. Con il coordinamento di tutte le capitanerie di porto-guardia costiera, i veri professionisti del soccorso in mare, un sogno è diventato realtà”.

“Le unità cinofile volontarie – ricorda Pilenga – sono state presenti sulle spiagge e sui mezzi navali della guardia costiera per la salvaguardia della vita umana in mare e sui laghi”.

“Molti – continua – i salvataggi e gli interventi. Le unità cinofile Sics sono anche state insignite del premio fedeltà del cane a Camogli (Genova) oltre a numerosi encomi. Dalla Toscana al Friuli, dalla Romagna alla Sardegna, dalla Sicilia alla Liguria, dal Lazio all’Abruzzo, dal Trentino alla Campania, dalla Lombardia alla Calabria, dal Veneto a tutti i laghi Lombardi, questi veri superpower dogs, capitanate da Reef, il terranova protagonista del film in imax3d, hanno incrementato la sicurezza di tutti”.

“Le tecniche innovative – spiega Ferruccio Pilenga – studiate durante il Lookdown hanno permesso l’incredibile. Ancora una volta il cane si è dimostrato il migliore amico dell’uomo aumentando nel salvataggio il distanziamento. L’nnovativa tecnica del nuoto a delfino studiata durante la prima esercitazione di elisoccorso con terranova Mas nel 1992 è stata usata dalle unità cinofile del 2020 per la sicurezza di tutti”.

“Sarà per tutti i cinofili – assicura -un grande impegno nei prossimi mesi mantenere le qualifiche acquisite. Molti corsi nuovi e innovativi, sia per allievi che istruttori, sono allo studio e stanno per iniziare. Sarà per tutti i cinofili una grande sfida migliorare e avere al nostro fianco dei cani da salvataggio ancora migliori. Oltre trent’anni di storia di cani da salvataggio ci aspettano assolutamente. Una grande sfida per la scuola italiana cani da salvataggio Sics”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net