Coronavirus: Chuzeat azzera commissioni a ristorazione su menù online

Condividi questo articolo:

Benevento, 30 ott. (Labitalia) – La piattaforma di menù digitali evoluti Chuzeat non conteggerà i costi di servizio per i clienti già acquisiti e per i nuovi clienti che si stanno attivando sulla piattaforma in questi giorni. L’azzeramento della commissione di Chuzeat sul servizio è già stato applicato dal 26 ottobre e continuerà fino alla fine delle prescrizioni del nuovo DPCM, previste per il 24 Novembre 2020. “Da quando è iniziata l’avventura di Chuzeat, abbiamo instaurato con molti ristoratori un rapporto di fiducia, basato su uno scambio di opinioni continuo, – spiega Valentina Berti, direttrice marketing e Ceo di Foodea Lab, la startup innovativa che ha sviluppato Cuzeat – li abbiamo compresi e supportati in tutti gli aspetti che riguardano il processo di ordine, la gestione del menu e dei conti. Per questo motivo, in un periodo di estrema difficoltà della ristorazione in Italia ci sentiamo in dovere di schierarci al loro fianco”. “Anche se il modello di prezzo di Chuzeat è “pay-per-use”, cioè di costo a coperto, dunque di per sé estremamente democratico e l’ideale in un momento di incertezza come questo, vogliamo fare di più – continua Berti – facciamo appello anche gli altri attori che offrono applicazioni per la ristorazione a fare altrettanto. Perché se i ristoranti lavoreranno meno, pensiamo possa essere un aiuto enorme non incidere sulle loro marginalità”.

Il menù digitale evoluto resta in questo momento uno strumento efficace per favorire il distanziamento e per ridurre al minimo le interazioni fisiche con il personale dei ristoranti, bar e mense collettive. Partendo da un QR code digitalizzato e sicuro, infatti, consente gli ordini dei commensali dallo smartphone e la possibilità di pagare anche conti separati senza dover passare alla cassa e con la massima garanzia di privacy per i clienti. L’applicazione Chuzeat, infatti, sfrutta i benefici dell’intelligenza artificiale e l’auto-apprendimento automatico, per aiutare le persone a scegliere cosa mangiare fuori casa, rispettando allergie, intolleranze e diete specifiche, e permette di ordinare e pagare direttamente dal proprio smartphone, quando si è seduti al tavolo del ristorante.

Non si tratta quindi di un semplice menù digitale, ma di una piattaforma utilizzata da numerosi ristoratori italiani per ricevere le comande, ottimizzare la gestione del personale di sala, semplificare il lavoro del ristoratore e aumentare il turnover dei tavoli. Uno strumento nato con l’obiettivo di portare benefici economici e organizzativi all’interno del ristorante, ma che si è rivelato anche un prezioso alleato per gestire il distanziamento sociale in tempi di Covid. Non dover maneggiare menu cartacei, evitare la sosta del cameriere al tavolo per prendere gli ordini, e ridurre code alle casse o il passaggio di contanti o carte di credito, sono solo alcuni degli ulteriori benefici che derivano dall’utilizzo di Chuzeat e che oggi si rivelano ancor più attuali. Fondata nel 2018, Foodea è una start-up innovativa con sede a Benevento, in Campania. L’azienda si occupa dello sviluppo, produzione, promozione e vendita di prodotti e servizi ad alto valore tecnologico.

Questo articolo è stato letto 7 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net