ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Tv: Mario Giordano, 'mia troupe aggredita con catene di ferro, siamo al far west'**-**Tv: Mario Giordano, 'mia troupe aggredita con catene di ferro, siamo al far west'** (2)-Calcio: Mancini, 'pubblico agli Europei? Spero che l'Italia riparta prima'-**Pd: Letta incontra fondatore Open Arms, 'bello scambio di idee'**-Milano: Pagliarini, 'Albertini? E' bravo, nel match con Sala vincerebbe lui'-**Covid: cabina regia con Draghi su aperture alle 11**-**Governo: Cerasa (Il Foglio) , ‘chi parla di complotto Conte non sa giustificare sue idee’**-**Russia: Mosca, 'stiamo preparando risposta a sanzioni Usa, a breve l'annuncio'**-Covid: Ultimo, il tour negli stadi rinviato all'estate del 2022-Def: P.Chigi, debito/Pil al 159,8% nel 2021, deficit vola per sostegno economia-Tennis: Atp Montecarlo, Djokovic eliminato agli ottavi da Evans-Covid: Scotto, 'sfiducia Speranza? servono 63 firme, da Meloni solo ammuina'-Droga: assolto carabiniere Casamassima, fu teste-chiave caso Cucchi-L'ex ministro Fioramonti: "Complotto contro Conte? Bettini crea martire per avere candidato premier al centrosinistra"-**Carceri: violenza a Rebibbia, detenuta in aula ribadisce accuse contro agenti penitenziari**-**Carceri: violenza a Rebibbia, detenuta in aula ribadisce accuse contro agenti penitenziari** (2)-Cinema: Cima (Anica), 'Leone d'oro a Benigni è premio meritatissimo a pilastro della cultura'-Calcio: Mancini, 'vaccini agli azzurri? Prima chi ne ha più bisogno'-Senato: Malpezzi, 'buon lavoro a Segre e a commissione'-Pd: Letta, 'dibattito su vademecum Circoli in 2.949 assemblee con 39.742 iscritti

Riciclo: recuperare il calcestruzzo, grazie ai fulmini

Condividi questo articolo:

Recuperare il calcestruzzo inutilizzato nelle sue componenti di base potrebbe presto essere possibile, grazie ad nuovo processo che imita le esplosioni dei fulmini e riduce i danni con l’ambiente

Scomporre il calcestruzzo inutilizzato nelle sue componenti di base, pietra e cemento, potrebbe presto essere possibile, grazie ad un innovativo processo di riciclo che imita le esplosioni dei fulmini e riduce i danni con l’ambiente. Si tratta, in pratica, di una speciale tecnica sperimentata da un team di ricercatori tedeschi del ‘Fraunhofer Institute’, per rompere e separare le parti riutilizzabili del calcestruzzo, in modo da riciclare milioni di tonnellate di calcinacci prodotti ogni anno da demolizioni, nuove costruzioni e ristrutturazioni di edifici.

Per riciclare il calcestruzzo scomponendolo in materiali riutilizzabili, gli scienziati hanno messo a punto uno speciale sistema di ‘frammentazione elettrodinamica’ che consente di ricreare un’onda di pressione potente quanto una piccola esplosione (simile a quella dei fulmini), in grado di rompere la miscela di cemento nei suoi elementi di base.

Attualmente il calcestruzzo viene frammentato attraverso delle tecniche ‘improprie’ che causano il deterioramento di quasi tutti i materiali recuperabili, con risultati pessimi per l’ambiente visto che la maggior parte degli scarti derivanti dall’attività in campo edile non è più riutilizzabile.

Riciclare il calcestruzzo grazie a questo nuovo sistema, permetterà invece non solo di riutilizzare la ghiaia della miscela cementizia per i rivestimenti stradali, ma anche di ottenere un nuovo materiale da costruzione (il cemento) grazie ad un processo di lavorazione a basse emissioni di CO2. Gli scienziati tedeschi infatti, stanno testando ancora in laboratorio l’innovativa ‘tecnica di riciclo’ con un impianto di frammentazione che attualmente riesce a lavorare una tonnellata di detriti all’ora, ma che, una volta perfezionato per il processo industriale, avrà anche l’obiettivo di abbattere l’inquinamento del settore cementizio dedicato alla produzione di calcestruzzo e responsabile, ad oggi, di emettere tra l’8 e il 15% di CO2 in tutto il mondo.

(Matteo Ludovisi)

Questo articolo è stato letto 12 volte.

ambiente, calcestruzzo, cemento, fulmini, riciclare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net