ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Covid: Anav, 'sempre disponibili per trasporto studenti'-Pd: Boccia, 'in gioco esistenza partito, Italia ha bisogno di unità'-Premi: nascono gli European Football Awards-Covid: Rosato, 'moratoria da polemiche e sondaggi, pensiamo a emergenza'-**Covid: 18 marzo Draghi a Bergamo per giornata in memoria vittime**-Vip: giudice invita ad accordo tra Hormoz Vasfi e Sara Croce, 'scompare' lo stalking-Vip: giudice invita ad accordo tra Hormoz Vasfi e Sara Croce, 'scompare' lo stalking (2)-**Covid: Di Maio su vaccini, 'proseguire energica operazione a livello europeo'**-Fisco: sindacati, 'lotta evasione priorità assoluta, rendere più efficace cashback'-**Pd: Nardella, 'Bonaccini non commenta e parla di Covid? Perché farne una colpa?**-Pd: Nardella, 'Zingaretti non formalizzi dimissioni, non ha senso resa conti ora'-Pd: Rosato, 'scombussolamenti interni a partiti non minano governo'-**Iran: Di Maio, 'Italia pronta a facilitare dialogo costruttivo con Teheran'**-Paesi che si spopolano e punti nascita in crisi, Italia sfida denatalità-Giochi: Agimeg, con chiusure sale boom illegalità, arresti +257% e denunce +160%-Giochi: Agimeg, con chiusure sale boom illegalità, arresti +257% e denunce +160% (2)-Giochi: Agimeg, con chiusure sale boom illegalità, arresti +257% e denunce +160% (3)-Pd: Nardella, 'possiamo discutere senza arrivare a estremi congresso'-**Pd: Nardella, 'non mi sento chiamato in causa, mai chieste dimissioni Zingaretti'**-Scuola: Bonetti, 'chiuse dove pandemia lo richiede, sì a congedo pagato al 50%'

**Ue: Gentiloni, ‘ruolo maggiore Stato comprensibile ora ma poi trovare equilibrio’**

Condividi questo articolo:

Roma, 16 gen. (Adnkronos) – Non credo che il ruolo maggiore dello Stato in questa fase “sia un fenomeno effimero. Penso che almeno per un certo periodo, di fronte all’impatto sociale, culturale e psicologico causato da questa pandemia la presenza più forte dello Stato anche in un’economia di mercato sia pienamente comprensibile. Poi bisognerò trovare un equilibrio”. Ad affermarlo è il Commissione Ue all’Economia, Paolo Gentiloni intervenendo all’appuntamento online del festival di Internazionale a Ferrara.

Tuttavia, sottolinea Gentiloni “c’è chi può criticare la mano invisibile del mercato ma la storia ha dimostrato anche che la mano invisibile delllo Stato può fare più danni. Bisogna trovare un equilibrio. Le nostre economie sono economie di mercato, regimi liberali e non possono certo trasformarsi in modelli di capitalismo di stato”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net