Ue: Conte blinda asse con Sanchez, pressing per recovery fund subito (2)

Condividi questo articolo:

(Adnkronos) – Intanto, parlando nella plenaria del Parlamento Europeo, la cancelliera tedesca Angela Merkel si è rivolta ai “milioni di persone hanno perso il loro posto di lavoro”, preoccupati “per la salute propria e dei loro cari. Molti cittadini temono anche per il proprio tenore di vita. Hanno bisogno del nostro sostegno comune e condiviso”. Parole che rinfrancano chi -Conte e Sanchez in testa- spera che l’intesa tagli il traguardo il prima possibile.

Con questo obiettivo, il premier il 10 luglio sarà a L’Aja, il 13 a Berlino dalla Cancelliera, e il 16 a Parigi, per vedere Emmanuel Macron, proprio alla vigilia del Consiglio europeo straordinario di Bruxelles. Una vera e propria offensiva per chiudere il Next Generation Eu in tempi brevi e condizioni vantaggiose.

Intanto, con Sanchez, prende tempo sul ricorso a Mes, che in Italia continua a far discutere e a far tremare la maggioranza. Sul fondo Salva Stati la “mia posizione non cambia, non credo che sia corretto dire ora lo prendiamo o no. Lo dicevamo anche con Sanchez, c’è un ventaglio di strumenti non ancora attivo, ci sono ancora passaggi procedurali” affinché vengano “resi disponibili. Ora sarebbe ideologico dire ‘lo prendo, non lo prendo”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net