Ue: Amendola, ‘spero che veto Ungheria e Polonia si consumi presto’

Condividi questo articolo:

Roma, 30 nov. (Adnkronos) – “Spero che il veto di Ungheria e Polonia si consumi il prima possibile” sul Recovery fund. Questa “è un’impresa che riguarda il futuro delle nostre imprese, delle nostre città e della qualità del vivere”. Ad affermarlo è il ministro degli Affari europei, Claudio Amendola intervenendo al webinar ‘Il Green New Deal europeo e l’evoluzione dell’industria energetica’ organizzato da Eni e Chatham House auspicando che l’Europa “si nuova in sinergia” verso la transizione energetica.

Il tema della sostenibilità, spiega ancora, “è al centro dell’autonomia strategica dell’Ue” e, aggiunge, “lo era prima del covid” quando la “nuova Commissione già a dicembre aveva deciso di investire sull’economia sostenibile, sulla transizione energetica”. A luglio, rileva, “abbiamo confermato questa visione”. Per quanto riguarda il green “sarà investito il 30% del bilancio Ue” e con il Next Generation Eu in Italia saranno investiti “80 miliardi di euro nell’economia circolare, nella transizione energetica e nella mobilità sostenibile”.

Questo articolo è stato letto 7 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net