ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Ucraina: task force internazionale Repo, congelati oltre 30 mld dlr di averi russi-Calcio: Lazio, la nuova maglia sarà presentata il 4 luglio a Piazza del Popolo-Lombardia: Rolfi, '4,7 mln a 45 progetti del turismo rurale'-Lombardia: al via tour Fontana per valorizzare 'aree interne', prima tappa Oltrepò pavese-**Autonomia: Bersani, 'se arriva così in Cdm non la voteremo'**-Tennis: Wimbledon, Humbert in campo senza racchette, le recupera e batte Ruud-Tennis: Wimbledon, Djokovic al 3° turno-**Terrorismo: Mario Calabresi, 'Francia garantisce da anni impunità'**-Nuoto: Mondiali, 10 km da sogno per l'Italia, Paltrinieri oro e Acerenza argento-**Terrorismo: procura generale Milano studia ipotesi impugnazione per Tornaghi e Pietrostefani**-Ucraina: Kremenchuck, parla sopravvissuto 'razzo esploso a 20 mt da me, poi tutto nero'-Tennis: Wimbledon, Kontaveit ko al 2° turno-M5S: Draghi, 'parlato con Conte, governo non rischia'-Terrorismo: fratello Campagna, 'Bergamin? In debito per sempre, Andrea da 40 anni nella tomba'-**M5S: Grillo, 'ritroviamo identità, no voto su deroga 2 mandati'**-Giochi Mediterraneo: tiro a volo, Bartolomei oro e Bacosi bronzo nello skeet-Assistenza psico-oncologica per pazienti con tumore, Regione Lazio prima ad approvare legge-Giochi Mediterraneo: bocce, oro e bronzo nella Raffa, altro bronzo nella Petanque-Nuoto: Paltrinieri, 'io primo e Acerenza secondo, sto godendo, è stupendo'-Skateboard: connessione tra street art, skate e cultura giovanile, lectio magistralis di D'Agostino

Ucraina: mamma 17enne fugge da Donetsk con figlia prematura

Condividi questo articolo:

Milano 16 mag. (Adnkronos) – Partorisce a 17 anni nel pieno della guerra in Ucraina e poi fugge con la figlia nata prematura. E’ la storia di Vladislava, che con la piccola Camilla, di meno di due chili, è riuscita a scappare da Sloviansk, nella regione di Donetsk, in cerca di un posto più sicuro. Ora mamma e figlia fanno parte delle circa mille famiglie che, grazie al supporto di Fondazione Zegna e Otb Foundation, stanno ricevendo gli aiuti del Cesvi a Odessa, Dnipro, Kramatorsk e Kiev. A loro l’organizzazione umanitaria di Bergamo sta consegnando lenzuola, cuscini, coperte calde, kit per l’igiene degli spazi e del bambino come saponette, pannolini, salviette per neonati, borotalco e crema idratante.

“Si tratta – sottolinea una nota di Cesvi – di un intervento mirato grazie al quale donne in gravidanza e in allattamento, madri con bambini di età inferiore ai cinque anni e anziani e disabili costretti ad abbandonare le proprie abitazioni, ma bloccati all’interno dell’Ucraina, riceveranno tutto il supporto necessario”.

“Si sentivano solamente le sirene che risuonavano costantemente e dei colpi in lontananza, i combattimenti a Izium. Poi è stata colpita anche la ferrovia, la nostra casa si trova proprio accanto ad essa. Abbiamo deciso così di lasciare anche noi la nostra città, ormai abitata dai pochi che sono rimasti”, racconta Vladislava, osservando: “I problemi che prima sembravano così grandi, ora appaiono come insignificanti, piccole cose. Il problema più grande è che abbiamo bisogno della pace”.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net