Terni: Gasparri, ‘rivedere regole Sert, ne discuta Parlamento’

Condividi questo articolo:

Roma, 11 lug. (Adnkronos) – “Per non rendere vana la tragedia di Terni, che ha visto la morte di due adolescenti che hanno ingerito del metadone, bisogna subito rivedere le regole di alcuni Sert, i servizi pubblici che si occupano delle dipendenze”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri.

“Nel caso di Terni, a un tossicodipendente, Aldo Maria Romboli, era stato dato dal servizio pubblico, secondo quella che pare una prassi abituale, il metadone da utilizzare nell’arco di una intera settimana. Invece il Romboli ha venduto il metadone a dei ragazzi che sono morti in maniera drammatica. Il metadone dovrebbe essere somministrato per un consumo immediato e contestuale del tossicodipendente nella sede del servizio pubblico – ricorda l’azzurro – Con l’obiettivo, con dosi a scalare, di arrivare a un recupero del tossicodipendente. In realtà in molti servizi pubblici si consegna il metadone per una settimana o più. Il che facilita la trasformazione del tossicodipendente in uno spacciatore che vende il metadone. Quindi la responsabilità dei servizi pubblici è clamorosa, urge un confronto in Parlamento”.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net