ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Giustizia: M5S, con Cartabia incontro interlocutorio, ci sono criticità'**-**Cinema: la Nbc non trasmetterà i Golden Globe del 2022**-Governo: domani Consiglio ministri alle 11.15 su leggi regionali-Migranti: Amendola, 'a Consiglio Affari generali ribadita necessità iniziativa Ue'-Calcio: insulti a ispettori antidoping, sentenza Gasperini attesa domani-Calcio: Champions League, finale City-Chelsea verso il trasloco da Istanbul al Portogallo-Lirica: la Scala riapre dopo 199 giorni, Sala 'è come non l'abbiamo mai vista'-Partiti: sondaggio Swg-TgLa7, M5S in calo tutti gli altri in crescita, Lega sempre prima-Mo: Picierno, 'Ue e Italia si impegnino per ripresa dialogo'-Calcio: Maria Marotta, 'emozione al primo fischio poi ho arbitrato con determinazione'-Pallavolo: Lugli, 'indignazione del Coni per il mio caso si è fermata alla telefonata'-Giustizia: Perantoni, 'ottimista su riforma, presto calendario lavori commissione Camera'-Calcio: Nazionale Under 18 in amichevole in 4 giugno contro l'Austria-Tennis: Internazionali Bnl, Hurkacz si ritira e Musetti va al 2° turno-Centrodestra: Giacomoni, 'Fi determinante per centrodestra, incisivi su territorio'-Calcio: Lega Pro, 2° turno playoff posticipato al 19 maggio (2)-**Mo: Casa Bianca, 'grave preoccupazione per escalation violenza'**-Calcio: CR7 in visita alla Ferrari in compagnia di John Elkann e Andrea Agnelli-Giustizia: Zanettin, 'possibile riforma per processi celeri con meno errori giudiziari'-**Covid: Sgarbi, 'mi hanno contestato 8 verbali per violazioni dpcm, metteteveli nel ...'**

Superlega: Infantino, ‘bisogna stare attenti quando si parla di sanzioni’

Condividi questo articolo:

Rom, 4 mag. (Adnkronos) – Il presidente della Fifa, Gianni Infantino, è cauto con la possibilità di imporre sanzioni ai club che hanno sostenuto il progetto della Superlega Europea perché è necessario “pensare alle possibili conseguenze”, e anche se ha respinto ancora questa idea “separatista”, “lascia” aperta “la porta della Fifa per affrontare nuovi progetti” nel rispetto delle istituzioni “e tenendo conto dei “valori “che fanno del calcio, lo sport con più seguaci al mondo. “Alcune azioni devono avere delle conseguenze e tutti devono assumersi le proprie responsabilità, ma bisogna sempre stare attenti quando si parla di sanzioni. Di quali sanzioni stiamo parlando? Si dice subito che bisogna punire, è anche popolare o populista, ma bisogna pensare anche alle conseguenze di eventuali sanzioni perché quando si punisce un club vengono puniti anche giocatori, allenatori, tifosi, che non c’entrano niente”, ha detto Infantino in un’intervista a ‘L’Equipe’.

Il numero uno del calcio mondiale ha indicato che “spetta prima alle autorità nazionali, poi in questo caso alla Uefa e infine alla Fifa prendere le misure appropriate”, ma ha optato per “favorire il dialogo sul conflitto, anche nelle situazioni più delicate”. “Dobbiamo evitare di parlare di ‘guerra’ quando parliamo di calcio e quando il mondo soffre di una pandemia senza precedenti”, ha aggiunto Infantino che ha comunque ribadito il fermo rifiuto alla Superlega perché “si basa su una rottura con le istituzioni internazionali”, anche se senza nascondere che è possibile “dibattere nuove idee” e che la porta della Fifa “è sempre aperta”. “Ma questo deve essere fatto nel rispetto delle istituzioni e senza perdere di vista i valori che hanno reso il nostro sport oggi il più popolare al mondo”, ha detto.

Questo articolo è stato letto 2 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net