ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Euro 2024, il 31 maggio azzurri a Coverciano: ecco i 30 convocati-"Non sembra lei", criticato anche il ritratto ufficiale di Kate Middleton-Formazione, Fond. Diasorin: al liceo scientifico G. Terragni primo premio concorso nazionale Mad for science-Leo, il cane cieco campione nella ricerca del tartufo: ecco la sua storia-Inps, Vittimberga: "Siamo ente previdenziale più grande d'Europa"-Roland Garros, sorteggiato il tabellone: Sinner esordisce con Eubanks, Musetti sfida Galan-Torna Rimini Wellness Off, il grande fuorisalone del fitness, del benessere e dello sport-Pertosse, allerta pediatri per epidemia: 3 morti da gennaio e +800% ricoveri-Gaza, chiesto mandato di arresto per Netanyahu e Sinwar: cosa succede ora-Futuramente, largo alle donne con la 'Fisica che ci piace'-'Pane&Nutella' progetto per valorizzazione tradizione italiana panificazione-Fisco, Quickfisco: "Nel 2023 aperte 492.176 nuove partite iva, 70% liberi professionisti e autonomi"-Sicilia, CIForma: "Serve rating enti di formazione e uno stretto controllo dei ccnl applicati"-Toblerone e Oreo 'protetti', maxi multa Ue da 337 milioni a Mondelez-Ucraina, Kharkiv ancora sotto le bombe. Russia minaccia Gb-Francia, continua caccia all'evaso: cercò di comprare fucili d'assalto in cella-Malattia di Crohn, ok Aifa a rimborsabilità in Italia di upadacitinib-Tumore della vescica, campagna 'In viaggio verso la prevenzione' a Milano, Bari e Roma-Thiago Motta, addio al Bologna: lo aspetta la Juve-Vespa compie 80 anni: "Ritiro? Decide mio 'editore' di riferimento, il Padreterno"

Stephan El Shaarawy, il salto di qualità del campione gregario

Condividi questo articolo:

(Adnkronos) – Campione e gregario, insieme. Tecnica e corsa al servizio di uno dei giocatori più sottovalutati della Serie A. Stephan El Shaarawy, 32 anni a ottobre, ha raggiunto una maturità tecnica, fisica e mentale che lo rende un uomo imprescindibile nella nuova Roma di Daniele De Rossi. Nell'andata dei quarti di finale dell'Europa League, a San Siro contro il Milan, non ha solo annullato la coppia Theo Hernandez e Rafa Leao, senza dubbio una delle catene di esterni più dominante del calcio europeo, ma ha anche messo in campo gli strappi e la qualità che hanno reso la sua prestazione totale. Ma c'è altro nei 90 minuti di Milano di Stephan El Shaarawy. Non solo una serata da incorniciare, come altre in passato. Con De Rossi in panchina, e con Spalletti che deve decidere quale Italia portare agli Europei, 'il Faraone' può uscire definitivamente da una buona carriera per entrare in una dimensione diversa.  Il campione che sa fare il gregario può diventare, e non è ancora troppo tardi, un protagonista assoluto. Uno al quale dare una maglia a prescindere, uno intorno al quale costruire non solo una soluzione che risponde a un'esigenza tattica ma un'idea di gioco che esalti la qualità insieme alla corsa, l'intelligenza tattica insieme alla capacità di incidere. Nella Roma di De Rossi, questo passo El Shaarawy l'ha già fatto. Non è più un'opzione nella rosa ma è un titolare, che si ferma solo per esigenze di turn over, che viene investito di responsabilità, che fa il compito più difficile di giornata. Lo dicono le presenze, gli assist, il rendimento. E lo dicono anche Theo Hernandez e Rafa Leaao. Manca qualche goal in più ma la strada verso la definitiva consacrazione è tracciata. (Di Fabio Insenga)    —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Questo articolo è stato letto 1 volte.

adnkronos, ultimora

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net