Spiagge: Andreuzza (Lega), ‘da Ue schiaffo a settore balneare veneto’

Condividi questo articolo:

Roma, 3 dic. (Adnkronos) – “Il governo Pd-5Stelle ha il dovere di intervenire contro la messa in mora da parte dell’Unione Europea e difendere l’estensione delle concessioni demaniali marittime. La Lega quand’era al governo grazie all’allora ministro Gian Marco Centinaio ha sempre tutelato l’intero comparto e il suo indotto, prevedendo una completa e moderna riforma dello stesso, sostenendo il lavoro di molte famiglie che oggi rischiano il fallimento. Per il Veneto sarebbe una pugnalata per i nostri balneatori e per chi vive di stagionalità; come se non bastassero i devastanti problemi che sta subendo il mondo del turismo a causa di questa emergenza sanitaria ed economica ora arriva l’ennesimo schiaffo dei burocrati di Bruxelles. Conte abbia un atteggiamento responsabile e non diventi complice di chi intende distruggere definitivamente il nostro settore balneare. Intervenga e, almeno adesso, difenda il Paese”. Lo dichiara la deputata veneziana Giorgia Andreuzza, Vicepresidente in Commissione Attività Produttive e Turismo.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net