ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Varese: domani questura inaugura sala per ascolto vittime reati di genere-Aeroporti: dipendenti ex Sea Handling, 'a rischio 550 famiglie, aiutare indotto'-Digital Value: acquista il 51% di Dimira-**Aspi: Atlantia, 'imposizione dell'obbligo di cederla a Cdp esula da facoltà concedente'**-Aspi: Atlantia al Governo, sempre coerenti con impegni assunti il 14/7-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos (3)-Berlusconi: compleanno in quarantena, centinaia di auguri e spegne candeline-Emilia Romagna: ritorna lo storico panificio a Santarcangelo-Mostre: Intesa Sp sponsor prima monografica dedicata ad Artemisia Gentileschi-Gf Vip, Brosio: "Ho rischiato di entrare nella Casa da positivo, tamponi erano negativi"-Confindustria: Landini, 'combattere la precarietà nel lavoro'-Milano: vicesindaco su protocollo abusivismo, 'siamo con cittadini onesti'-Flowe, spazio a temi green sui social e 30mila kg di plastica raccolti-Covivio: inaugura a Milano suo spazio di 'pro-working' con 400 postazioni-Cosentino assolto in appello: "9 anni di inferno, finalmente è finita"-Terrorismo: sindaco Bulciago, 'felice per bambini Brignoli, spero torneranno qui'-Confindustria: Furlan, 'bene appello Bonomi per Patto vero per sviluppo e lavoro'-Lecce, legale famiglia di Daniele: "Movente assurdo, tutto ancora più inaccettabile"-Ue: Bonomi, 'spero che Governo scelga Mes non che lo subisca per cassa'

Regionali: Pollastrini, ‘dl parità genere monito per tutte Regioni inadempienti’

Condividi questo articolo:

Roma, 4 ago. (Adnkronos) – “Diciamo sì al decreto del governo. E’ un atto simbolico che sana una ferita inaccettabile e che suona a monito anche per le altre Regioni inadempienti: Piemonte, Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Calabria. Ma non ci accontentiamo: al più presto bisogna adeguare la legge madre di cornice per il regolamento delle norme elettorali regionali. Suona come un’offesa che la sanzione per la mancata obbligatorietà dell’alternanza in lista sia solo pecuniaria: i valori femminili non sono monetizzabili”. Lo afferma la deputata del Pd Barbara Pollastrini, a proposito del decreto legge per il rispetto del principio della parità di genere nelle liste per le elezioni regionali.

“Serve -aggiunge- un faro di monitoraggio, una specie di bollinatura pubblica di qualità: e allora rifiutiamoci di votare liste dove non sia affermata l’alternanza donne e uomini’’.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net