Ponte Genova: Verdi, sicurezza perché non si ripetano tragedie

Condividi questo articolo:

Roma, 3 ago. (Adnkronos) – “Nella giornata dell’inaugurazione del nuovo Ponte di Genova, il nostro pensiero va alle vittime del crollo del Ponte Morandi e alle loro famiglie, che due anni fa ha segnato una ferita insanabile nella storia della città ligure e di tutto il Paese. Il sacrificio di 43 persone, e il dolore dei familiari e di una città intera, vengano rispettati attraverso l’impegno concreto del governo per la messa in sicurezza di tutte le infrastrutture esistenti sul territorio: dalle strade, alle ferrovie, ai ponti, ai territori a rischio sismico e idrogeologico, tutti cantieri utili. Il nostro è quindi un monito fermo e deciso ad una manutenzione costante e programmata”. Così in una nota Elena Grandi e Matteo Badiali, co-portavoce dei Verdi.

“Perché tragedie come quella del ponte Morandi non si ripetano più –aggiungono- è indispensabile un piano di intervento per il controllo e la manutenzione di tutte le strutture stradali italiane. È di questo che il Paese ha bisogno, non di infrastrutture inutili e costose, come potrebbe essere il Ponte sullo Stretto, da sempre sinonimo di spreco di danaro pubblico”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net