Pd: segretario Bolognina, ‘capisco Zingaretti, ma non era il momento di dimettersi’

Condividi questo articolo:

Roma, 5 mar (Adnkronos) – “Capisco le difficoltà, ma non era questo il momento di dimettersi. Ora speriamo che possa rientrare, che l’Assemblea possa respingere le sue dimissioni e che il segretario possa uscire rinforzato da questa vicenda”. Mario Oliva è il segretario del Circolo Navile Bolognina centro, quello della svolta di Achille Occhetto. Racconta che l’annuncio di Zingaretti è stato “un fulmine a ciel sereno”.

“Il metodo, un annuncio su Facebook, non è stato molto ortodosso e la frase sulla vergogna non è stata bella, mi ha molto colpito. Ma a parte questo, è evidente che il tira e molla delle ultime settimane l’ha spinto a prendere quella decisione”, spiega all’Adnkronos il dirigente bolognese. “Capisco che i problemi ci sono, quello delle correnti non è un problema di oggi. Io vengo dal Pci, poi Pds e Ds e le correnti ci sono sempre state -prosegue Oliva-. Su questo, Zingaretti non ha torto. Con un Paese al collasso, mettersi a discutere di poltrone…”.

Però secondo Oliva, il governatore del Lazio è stato precipitoso: “Dobbiamo essere uniti, non si sta decidendo delle sorti del partito ma di quelle del Paese. Il partito non può sparire proprio ora, nascondersi, abbiamo una responsabilità verso i cittadini, per fortuna ancora tanti, che ci sostengono. Io -sollecita- sono ancora convinto che si possa trovare una sintesi. Poi ci sarà un Congresso, quando sarà il momento, per eleggere un segretario forte, legittimato, in grado di regolare le correnti”.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net