ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Ue: Gozi, 'raccogliere eredità a 70 anni Trattato di Parigi'-Vitalizi: Di Nicola (M5S), 'in gioco credibilità istituzioni'-Tav: Scalfarotto, 'dissenso legittimo ma non violenze'-Domenica In, le lacrime di Mara Venier: "Ciao Carmela"-Scuola: sottosegretario Sasso, 'soluzione è stabilizzazione docenti per titoli e servizio' (2)-Vitalizi: Evangelista (M5S), 'faccia chiarezza Corte costituzionale'-Covid: Meloni, 'commercio al dettaglio in ginocchio per ottusa politica Conte e Draghi'-Teatro: dall'esordio con Edoardo all'avventura con Arbore, i 70 anni di Marisa Laurito-Teatro: dall'esordio con Edoardo all'avventura con Arbore, i 70 anni di Marisa Laurito (2)-**Giustizia: Mirabelli (Pd), 'proposta Meloni su ergastolo ostativo irricevibile'**-Covid: Fedriga, 'lockdown totale oggi non funzionerebbe'-Scuola: Fedriga, 'problema c'è, intervenire su orari entrate e uscite'-Covid: Fedriga, 'su vaccini prima i più a rischio, per turismo Regioni valutino disponibilità'-**Arte: Monet star all'asta a New York con le sue ninfee giganti il 12 maggio**-**Arte: Monet star all'asta a New York con le sue ninfee giganti il 12 maggio** (2)-Recovery: D'Uva, 'puntiamo su proroga superbonus e misure per lavoro donne'-Covid: Speranza, 'mail Guerra informava report pubblicato, scelte sono di Oms non nostre'-**Covid: Fedriga, 'Salvini? Giusto rivendichi riaperture'**-Giornalisti: Formica, 'da Covatta immenso lavoro culturale per sinistra in ultimi 50 anni'-Covid: Fedriga, 'con Speranza sempre rapporto costruttivo'

Pd: Cento, ‘dimissioni Zingaretti sono atto battaglia politica verso post governo Draghi’

Condividi questo articolo:

Roma, 4 mar. (Adnkronos) – Il Pd si prepara al post governo Draghi, ad una “pagina nuova nella costruzione di un partito progressista in Italia”: L’annuncio delle dimissioni di Zingaretti “di cui non sono sorpreso e che rispetto, sono un atto di battaglia politica”, “non sono mosse dalla volontà di mettersi da parte. Credo che la motivazione sia tutta nazionale”. Lo pensa Paolo Cento, di Sinistra italiana che all’Adnkronos sull’ipotesi candidatura di Zingaretti a sindaco di Roma afferma: “lo dovranno decidere le forze politiche romane. C’è un tavolo che si è arenato e dobbiamo dare una sterzata. Io non credo, ma se dovesse dare la sua disponibilità sarebbe una figura di grande prestigio”.

“Mi pare che tra le varie conseguenze del governo Draghi ci sia anche quella di una ristrutturazione del sistema politico italiano – spiega – Nei partiti cambieranno molte cose. Bisognerà prepararsi al dopo”. Zingaretti nella regione Lazio “ha aperto alla alleanza Pd-M5s che è uno schema nazionale – ricorda il politico – Mi auguro che adesso si lavori ad una alleanza strategica a sinistra nella consapevolezza che manca anche un’ala liberale, necessaria per vincere le prossime elezioni. C’è bisogno di un Pd ben piantato con i piedi nel centro sinistra – rileva – che rifugga dalle tentazioni di un renzismo di ritorno, di cui intravedo il rischio”.

(di Roberta Lanzara)

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net