ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Covid: bozza dl, scuola torna in presenza, superiori al 50% no deroghe da Regioni-Covid: bozza dl, deroghe a scuola in presenza solo per focolai virus-Covid: bozza dl, flessibilità per scuola, in zone gialle e arancione minimo 60% in presenza-Diritto autore: Siae, la direttiva copyright entra nell’ordinamento italiano-Ue: Stefano, 'legge delegazione in linea con obiettivi Next Generation Eu'-Covid: bozza dl, da 1/6 in zona gialla ristoranti anche al chiuso, consumo al tavolo fino alle 18-Covid: bozza dl, dal 26/4 in zona gialla torna calcetto, ok sport contatto ma no spogliatoi-Covid: bozza dl, in zona gialla da 15/5 piscine all'aperto, da 1/6 tornano palestre-Covid: bozza dl, dal 26/4 in zona gialla teatri, cinema e concerti-Calcio: Juventus, Bernardeschi guarito dal covid-Covid: bozza dl, da 1/7 in zona gialla tornano fiere, convegni e congressi-Vaccini Covid e trombosi rare, ecco i casi per ogni prodotto-Superlega: avvocato Pezzano, 'scontro non conviene a nessuno, rivoluzione per diritti tv'-Grillo: Conte, 'Beppe sconvolto, ma autonomia toghe e lotta violenza donne temi centrali'-Grillo: Conte, 'comprendo angoscia Beppe ma non trascurare dolore ragazza e familiari'/Rpt-**Ue: Amendola, 'con legge delegazione tra i primi a legiferare su copyright'**-Ue: Senato approva definitivamente legge delegazione europea (2)-Omofobia: Rossomando, 'decisi a votare per calendarizzazione ddl Zan'-Covid: bozza decreto, misure valide fino al 31 luglio-Ue: Lorefice (M5S), 'con legge delegazione europea altro passo verso nostra idea Italia'

Open Fiber, investimento di 4 mln per internet ultraveloce a Crema

Condividi questo articolo:

Roma, 9 feb. (Adnkronos) – La fibra ottica di Open Fiber collegherà anche Crema, città d’arte e importante polo produttivo della Lombardia, che presto accoglierà una grande opera capace di abilitare il futuro digitale per cittadini e imprese del territorio. La Giunta comunale ha infatti approvato ieri lo schema di convenzione con Open Fiber che disciplinerà il piano degli interventi di cablatura della città. La società guidata da Elisabetta Ripa, si legge in una nota, investirà direttamente circa 4 milioni di euro per realizzare una nuova infrastruttura, in modalità Ftth (Fiber To The Home, fibra fino a casa), che assicura una velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo. Sono oltre 13mila le unità immobiliari che saranno cablate e che potranno così usufruire di una rete veloce e “a prova di futuro”.

La progettazione definitiva dell’infrastruttura, preludio agli interventi esecutivi, terminerà nelle prossime settimane. La convenzione tra Open Fiber e il Comune di Crema, che ha validità per 20 anni, stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica e i diritti d’uso sulla nuova infrastruttura, assicurandone al contempo la relativa gestione e manutenzione. La posa avverrà mediante il riutilizzo di cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti, mentre gli scavi, con l’obiettivo di limitare i disagi per la circolazione, saranno effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale (ad esempio, la “microtrincea”). I lavori cominceranno in tarda primavera e dureranno circa 18 mesi.

Nell’ambito della convenzione, Open Fiber si è impegnata a raggiungere con la fibra ultraveloce anche 30 edifici di pubblico interesse: non solo case e condomini, quindi, ma anche scuole, uffici e strutture della Pubblica amministrazione.

“Siamo contenti che Open Fiber investa sul nostro territorio”, commenta il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi. “La nostra città a differenza di altri comuni limitrofi è zona nera, cioè un contesto urbano avanzato lasciato agli interventi delle aziende private e dove non sono previsti aiuti statali e comunitari. Questi investimenti – sottolinea – certificano la presenza in futuro di più reti di questo tipo, quindi una maggiore copertura del servizio e competizione tra operatori. Questa rete velocizzerà il processo di digitalizzazione, migliorando così la qualità della connessione per i cittadini e di conseguenza anche quella del loro rapporto con la pubblica amministrazione. I vantaggi saranno evidenti anche per le imprese del territorio, che con il collegamento alla banda ultra larga potranno essere più competitive sul mercato. Un elemento centrale sia per il nostro territorio provinciale, sia per gli obiettivi specifici che la nostra città concentra nell’innovazione delle nostre filiere produttive”.

“Oggi parte un progetto che cambierà il volto della città di Crema – sottolinea Paolo Visconti, Responsabile Network & Operations Area Nord Ovest di Open Fiber -, trasformandola in una moderna Smart City: siamo felici della collaborazione instauratasi con l’Amministrazione comunale, partner fondamentale per la buona riuscita del piano. L’infrastruttura che andremo a realizzare è di primaria importanza per cittadini e aziende, soprattutto in un’epoca particolarmente difficile come quella che stiamo attraversando causa Covid-19. Questo nuovo investimento rafforza ulteriormente il ruolo di Open Fiber in Lombardia, territorio in cui sono in corso investimenti per circa 500 milioni di euro solo nelle aree nere, vale a dire le grandi città e i centri più urbanizzati, ai quali si aggiungono poi le risorse stanziate per il piano #BUL nelle aree bianche”.

La rete Ftth, la migliore in circolazione secondo l’Agcom tanto da farle guadagnare il bollino verde di ‘fibra pura’, consente, anche in simultanea, di effettuare videoconference di eccellente qualità, di seguire programmi di didattica a distanza senza interruzioni, di lavorare in smart working riuscendo a trasferire grandi quantità di dati: tutto ciò in virtù di una velocità di navigazione molto elevata, di una connessione stabile e una latenza molto bassa che evita ritardi nella trasmissione dei dati. Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato e Internet service provider interessati. Questo significa che una volta avviata la vendibilità del servizio, i cittadini e le imprese di Crema potranno scegliere l’operatore e l’offerta più congeniale alle loro esigenze.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net