ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Ndicka, le cause del malore: ipotesi trauma toracico-Amadeus lascia la Rai, non rinnoverà il suo contratto-Udinese-Roma sospesa, le ipotesi per il recupero della sfida-E' morto Mattia Giani, calciatore del Castelfiorentino colpito da malore in campo-Editoria, Adnkronos lancia campagna istituzionale del suo sito web-Milano, di proprietà della 'Ndrangheta i locali della movida: 14 arresti per infiltrazione mafiosa-Made in Italy, Acampora: "Prezioso il lavoro di Urso per riportare al centro l'orgoglio nazionale"-EY Italia, Stefania Boschetti è la nuova Ceo-Ucraina, Kiev: "Zaporizhzhia colpita 400 volte in 24 ore". Attacco Russia nel Donetsk: 4 morti-Samsung strappa ad Apple il primo posto nelle vendite di smartphone-Fiorello: "Amadeus ospite ultima puntata VivaRai2, forse ultima cosa in Rai"-Rifiuti, Iacono (ad Hera): "Ne recuperiamo oltre 7 milioni di tonnellate"-Sostenibilità, Ramonda (ad Herambiente): "Investiamo sulla rigenerazione delle risorse"-Attacco Iran a Israele, Macron: "Francia ha intercettato droni su richiesta Giordania"-Cinema, Delli Colli: "I Premi aiutano, può essere un modo per fare tornare un film nelle sale"-Palermo, violenza sessuale di gruppo su una turista: due arresti-Cinema, Detassis: "Quest'anno David Donatello cambierà, con red carpet e prima serata"-Cinema: si concludono a Siracusa gli Stati generali, duecento ospiti in tre giorni-Benzina, prezzo ancora su: è ai massimi da 6 mesi, quanto costa-Carabinieri morti a Salerno, deceduto anche anziano coinvolto in incidente

Napoli (Ucbm), ‘importante valutare caratteristiche pazienti con ipovitaminosi D’

Condividi questo articolo:

Milano, 27 mar. (Adnkronos Salute) – “E’ indispensabile che i pazienti che hanno valori bassi di vitamina D siano trattati. I dati dimostrano che non è tanto il tipo di somministrazione, ma” conta “la quantità di dose cumulativa di vitamina D che viene somministrata, ed è soprattutto importante valutare le caratteristiche e la possibile aderenza del paziente, altrimenti il trattamento è inutile”. Sono le parole di Nicola Napoli, professore ordinario di Endocrinologia dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, a margine dello Skeletal Endocrinology Meeting 2023, decimo appuntamento storico e tradizionale dedicato alle malattie dello scheletro, organizzato a Stresa dal Gioseg – Glucocorticoid Induced Osteoporosis Skeletal Endocrinology Group.

Napoli si anche espresso sulla nuova Nota 96 diffusa lo scorso mese dall’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), che modifica le modalità di prescrivibilità a carico del Ssn dei farmaci classificati in fascia A a base di colecalciferolo, colecalciferolo/sali di calcio e calcifediolo per la prevenzione e il trattamento della carenza di vitamina D nella popolazione adulta (maggiore di 18 anni): “Ha ulteriormente ridotto la soglia di trattabilità, portandola ancora più in basso rispetto alla precedente. Resta tuttavia garantita, in rimborsabilità, ai pazienti che utilizzano farmaci per l’osteoporosi o che presentano delle altre osteopatie”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net