**Musica: addio a Freddie Redd, acclamato pianista hard bop**

Condividi questo articolo:

New York, 30 mar. – (Adnkronos) – Il musicista statunitense Freddie Redd, acclamato compositore e pianista hard bop tra gli anni ’50 e i primi anni ’60, famoso per la colonna sonora del film “The Connection”, è morto nella sua casa di New York. Aveva 92 anni. La notizia della scomparsa, avvenuta il 17 marzo, è stata pubblicata a funerali avvenuti dal “New York Times”. Tra i suoi numerosi album figurano “Get Happy with Freddie Redd”, “The Music From ‘The Connection'”, “San Francisco Suite” e “Shades of Redd”.

Freddie Red fu chiamato a comporre le musiche per lo spettacolo teatrale e poi per il lungometraggio d’esordio di Shirley Clarke, “The Connection” (1961), considerato oggi una pietra miliare del cinema indipendente, ma che all’epoca ebbe vita travagliata. Acclamato al Festival di Cannes, dove vinse il Premio della Critica, fu censurato negli Stati Uniti per il linguaggio “osceno” di un gruppo di eroinomani, tra cui un quartetto di jazzisti, che attendevano l’arrivo del “contatto”, lo spacciatore, in un appartamento del Greenwich Village.

Non solo Freddie Redd ne compose le musiche ma insieme a altri musicisti, come Jackie McLean, lo interpretò sia in teatro che sul grande schermo. Tale fu il successo del progetto che Redd intraprese un tour con la produzione negli Stati Uniti e in Europa, a Londra e Parigi. La lunga lista dei musicisti con cui Redd ha suonato include Tiny Grimes, Art Blakey, Ernestine Anderson, Tina Brooks, Jackie McLean, Paul Chambers, Charles Mingus, Billy Higgins e Lou Donaldson.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net