ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Milano: Atm, ‘retribuzioni funzionario arrestato in linea con contratto’

Condividi questo articolo:

Milano, 5 lug. (Adnkronos) – Atm smentisce che le cifre degli stipendi del funzionario e di un altro dipendente Atm, entrambi sospesi dopo l’arresto del 23 giugno, riportate da organi di stampa corrispondano allo stipendio mensile.

Sono precisamente “le buste paga del mese di giugno 2020 che comprendono, come di palese evidenza consultando le voci della retribuzione, la quattordicesima mensilità che Atm ha deciso di anticipare a tutti i dipendenti in considerazione delle difficoltà legate all’emergenza Covid-19”.

Le reali retribuzioni mensili, spiega ancora Atm, “corrispondono dunque a meno della metà delle cifre riportate e commentate con impulsività da un esponente politico. Gli stipendi medi netti del funzionario e del dipendente erano in linea con quanto previsto dal contratto collettivo per il loro livello di inquadramento e anzianità, ovvero intorno rispettivamente ai 3 mila e 2 mila euro”.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net