M5S: in forse presenza Crimi Assemblea domani, pressing regionali ‘vogliamo esserci’

Condividi questo articolo:

Roma, 23 set. (Adnkronos) – E’ caos nel M5S, dopo la debacle alle regionali che ha fatto esplodere il malumore che si trascinava da mesi, se non anni. Domani è prevista l’assemblea congiunta di deputati e senatori grillini, all’ordine del giorno gli ‘stati generali’ e la ‘riorganizzazione del Movimento’. Ma, a quanto apprende l’Adnkronos, alla riunione potrebbe mancare il capo politico Vito Crimi, che starebbe addirittura valutando di non prendere parte all’atteso appuntamento.

Su di lui, infatti, è forte il pressing dei consiglieri regionali pentastellati, che vorrebbero essere presenti alla reunion capitolina, fissata domani alle 18. Crimi, raccontano alcuni beninformati, starebbe valutando dunque due possibilità: non andare alla riunione oppure prendervi parte fissando un nuovo appuntamento con i consiglieri regionali, verosimilmente già lunedì.

A giustificare un’eventuale assenza -che dall’entourage del reggente non confermano e non smentiscono- lo statuto del M5S, che all’articolo 7, che disciplina il ruolo del capo politico, prevede che coordini “gli eletti del M5S e, in particolare, concerti l’azione politica con i capigruppi parlamentari”. Per questo, c’è la possibilità che Crimi illustri la linea definita per il futuro del Movimento -o meglio le varie opzioni sul tavolo- ai presidenti di gruppo di Camera e Senato, chiedendo loro che se ne facciano ‘portavoce’ in assemblea. “Il che la dice lunga sul clima interno. Domani rischiamo l’Armageddon”, il commento di una fonte grillina di prima linea.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net