Insultò Mattarella a Pontida, assolto leghista Comencini

Condividi questo articolo:

Roma, 24 nov. (Adnkronos) – “Questa mattina c’è stata l’udienza per il processo, con rito abbreviato, per le accuse di vilipendio al capo dello Stato, sono stato assolto”. Lo dice all’AdnKronos, il deputato della Lega, Vito Comencini, finito a processo per le parole pronunciate a Pontida il 14 settembre del 2019, quando attaccò e insultò il capo dello Stato, Sergio Mattarella.

“Questo presidente della Repubblica, lo posso dire? Mi fa sch…”, aveva detto a più riprese il deputato e consigliere comunale del Carroccio a Verona, dal palco dell’Assemblea dei giovani della Lega.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net