Inps: Conte, stipendio Tridico adeguato, ma lavorare h24 su chi è senza Cig

Condividi questo articolo:

Roma, 29 set. (Adnkronos) – Sul caso dello stipendio del numero 1 dell’Inps, Pasquale Tridico,”io stesso nei giorni scorsi, quando mi è stata posta la domanda, vi ho detto ‘permettetemi di verificare’. All’esito dell’informativa assunta, ho verificato che il presidente Inps prendeva emolumenti molto inferiori rispetto al precedente”. Il premier Giuseppe Conte, a margine dell’incontro con la presidente della Confederazione svizzera Simonetta Sommaruga, risponde a una domanda sull’affaire Tridico.

“C’è stato un riassetto dei vertici dell’Inps e credo dell’Inail, sono stati insediati i cda, a quel punto, su base di procedimenti legislativi e regolamentari, è stato necessario adeguare gli stipendi. Questo ha portato a un adeguamento stipendiale” per Tridico che, “se guardate le tabelle comparative, ancor oggi risulta in linea o inferiore a quelli dei vertici di istituti paragonabile. Il tema non è questo, il tema è che ci sono cittadini che ancora aspettano la cassa integrazione in deroga. In questo momento quindi, il presidente Inps, i lavoratiri e tutti coloro che hanno un ruolo, io per primo, dobbiamo lavorare giorno e notte” per far sì che tutti percepiscano la Cig nei tempi previsti e senza ritardi. (segue)

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net