ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Ginnastica: Europei, D'Amato oro nel concorso generale e Maggio bronzo**-Calcio: Atalanta, lesione al bicipite femorale per Ederson-Motomondiale: Marquez, 'senza il 4° intervento al braccio mi sarei dovuto ritirare'-Calcio: Sassuolo, ufficiale l'acquisto di Pinamonti dall'Inter-**Elezioni: Orsina, 'incipriarsi? Letta forza per visbilità, ma accettabile in campagna elettorale'**-Calcio: Juventus, Pellegrini verso la cessione in prestito all'Eintracht Francoforte-**Nuoto: Europei, Ungheria oro nella 4x200 stile libero e azzurri argento**-**Elezioni: fonti Azione, 'impegno a costruire gruppi sancito in accordo con Iv'**-Nuoto: Razzetti, 'ho la pelle d'oca, vincere in casa è una gioia incredibile'-Nuoto: Europei, Martinenghi e Poggio in finale nei 100 rana-Nuoto: Europei, Razzetti oro e Matteazzi bronzo nei 400 misti-Nuoto: Europei, Panziera in finale nei 200 dorso con il miglior tempo-Nuoto: Europei artistico, argento per le azzurre nel team tecnico (2)-Nuoto: Europei, Di Pietro e Tarantino in finale nei 100 stile libero-Calcio: Juventus, visite mediche terminate per Kostic, contratto depositato-Elezioni, sondaggista Noto: "Terzo polo? se un centro certo non un cartello elettorale +10%"-Nuoto: Europei, Ceccon in finale nei 50 farfalla-Calcio: Trentalange, 'arbitri si stanno preparando con scrupolo, sarà stagione difficile'-Calcio: Torino, ufficiale l'acquisto di Vlasic in prestito dal West Ham-**Elezioni: sondaggista Masia, 'terzo polo? 'spazio politico al centro di circa 15%-20%'**

Imprese: Tabacci, ‘industria di marca grande punto di forza del nostro Paese’

Condividi questo articolo:

Milano, 28 giu.(Adnkronos) – “Nonostante la congiuntura difficile, le industrie di marca italiane lo scorso anno sono riuscite ad affermarsi, consentendo al Paese di realizzare una grande performance di crescita”. Lo ha detto il presidente di Centro Democratico e sottosegretario alla Presidenza con delega alla programmazione e coordinamento economico, Bruno Tabacci, a margine del convegno organizzato a Milano da Centromarca.

“Oggi -evidenzia Tabacci- pur di fronte alle avversità, che sono in parte conseguenza della guerra oltre che della speculazione sul gas, è evidente che questo settore rimane uno dei grandi punti di forza del nostro Paese”. Del resto, osserva Tabacci, considerando lo scenario internazionale e i tempi di una possibile risoluzione della crisi, occorre dedicargli particolare attenzione: “Dopo l’invasione dell’Ucraina da parte di Putin nulla sarà più come prima; tutte le azioni dirette ad affrancarci dal gas russo saranno assolutamente necessarie e doverose”. Poi “ci auguriamo tutti che questa guerra finisca, ma come ha detto Draghi, non alla condizione che ha immaginato all’inizio Putin, di allargare l’impero dello zar”. Perché “così non si va da nessuna parte, ma si butta per aria il mondo intero”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net