ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Quirinale: Provenzano, 'Salvini ministro? Non credo, governo leader improbabile'**-Quirinale: Provenzano, 'Mattarella? Sarebbe il massimo ma va rispettata sua volontà'-Scrittori: Renzi, 'forza Alessandro'-Quirinale: N. Dalla Chiesa, 'oltre 10mila firme appello per Bindi candidata'-Sci: Cdm, Ryding vince slalom Kitzbuehel e Sala sesto-Sci: Sbrollini (Iv), 'Goggia incanta, è la regina delle Dolomiti'-Covid: raddoppiati suicidi tra giovani, 'serve piano per salute mentale' dopo lockdown (2)-**Quirinale: Provenzano, 'spero da incontro Letta-Salvini candidato condiviso'**-Armetta (Avvocati Palermo): “No a giustizia basata solo su celerità a discapito diritti”-Giustizia: Ordine Avvocati Palermo, 'Ufficio del processo non sarà la panacea' (2)-Da vaccini a varianti, in un libro '101 domande e risposte' sul Covid-Giustizia: presidente C. Appello Milano, 'violenza bande giovanili aggravata da lockdown'-Giustizia: presidente C. Appello Milano, 'violenza bande giovanili aggravata da lockdown' (2)-Scuola, Costarelli (presidi Lazio): "Al II contagio pochissimi vaccinati seguono in presenza"-Scuola, Crimì (Forum famiglie): "Genitori hanno paura, vaccinati a II contagio stanno a casa"-Quirinale: Calenda, 'Sardine? Non ci facciamo mancare nulla...'-Tennis: Australian Open, Rublev ko al 3° turno con Cilic-Giustizia: corte Appello Milano, 'enorme aumento cause lavoro per stipendi bassi'-Quirinale: Lollobrigida, 'Fdi per Presidente che difenda interessi nazionali'-Calcio: Italiano, 'Vlahovic? Non vedo l'ora che finisca il mercato'

Giornalista ucciso ad Atene, sparati almeno 17 colpi

Condividi questo articolo:

(Adnkronos) – Si concentra su quanto riferito da due testimoni l’indagine della polizia greca sull’assassinio di Giorgior Karaivaz, il giornalista ucciso ieri in un agguato sotto casa in pieno giorno ad Atene. I due hanno visto fuggire i due killer a bordo di una piccola motocicletta, forse uno scooter. La persona alla guida indossava il casco, quella dietro una giacca militare e aveva la mascherina. Intanto, è stato confermato che è stata usata una pistola, una 9 mm, con un silenziatore. I testimoni hanno detto che il killer ha sparato al giornalista prima dalla moto poi è sceso ed ha continuato a sparare. Sono stati sparati almeno 17 colpi, sette dei quali hanno raggiunto Karaivaz, Si ritiene che i due avessero seguito la vittima dalla redazione della televisione privata per la quale lavorava.

Il primo ministro greco, Kyriakos Mitsotakis, ha chiesto “una rapida soluzione” dell’inchiesta per individuare i responsabili dell’omicidio. Le parole del premier greco di condanna si uniscono a quelle dei sindacati dei giornalisti, di esponenti politici e dei vertici della Ue, compresa la presidente della commissione Ursula von der Leyen.

Karaivaz, che lavorava per la televisione privata Star e dirigeva anche il blog di notizie bloko.gr, seguiva le notizie di giudiziaria, in particolare quelle relative al crimine organizzato. La polizia al momento non ha indicato un movente, ma è convinta che l’operazione, condotta da due persone che si sono avvicinate alla vittima mentre stava uscendo dalla sua auto a bordo di una motocicletta con cui poi si sono dati alla fuga, era stata preparata con attenzione.

L’omicidio di Karaivaz è stato condannato dalla presidente della commissione Europea Ursula von der Leyen: “l’assassinio di un giornalista è un atto spregevole e codardo, l’Europa difende la libertà e la libertà di stampa è la più sacra di tutte, i giornalisti dovrebbero lavorare in sicurezza”.

Anche la vice presidente, Vera Jourova, si è detta “profondamente scioccata” dall’assassinio: “Bisogna fare giustizia e garantire la sicurezza dei giornalisti”, ha scritto su Twitter. La commissaria del Consiglio d’Europa per i diritti umani, Rights Dunja Mijatovic, si unisce all’appello per un’azione rapida per individuare i responsabili: “l’assassinio di Karaivaz in Grecia ricorda in modo tragico che il giornalismo è una professione pericolosa in Europa”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net