ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Quirinale: Tajani, 'Colle e P. Chigi al c.destra? Perchè no, con Pd sempre stato così'-Manovra: Tajani, 'non è esplosa la maggioranza, niente danni al ceto medio'-Quirinale: Zanda, 'su Ddl interpretazioni fantasiose, dannoso qualsiasi dibattito ora'-Violenza su donne: Regimenti (FI), 'Ddl approvato in Cdm passo in avanti'-Violenza su donne: Regimenti (FI), 'Ddl approvato in Cdm passo in avanti' (2)-Manovra: Iv, 'modifiche su canone suolo pubblico e per gli under 30'-Manovra: Iv, 'emendamenti contro il caro bollette'-Manovra: Marattin (Iv), 'chi vuole buttare fango su di noi ha problemi ben più grandi'-Coldiretti: "Per Natale 3 milioni di famiglie sceglieranno l'albero vero"-Natale: Coldiretti, al via shopping 3 mln alberi veri, 44 euro spesa (2)-Vigili Fuoco: Mattarella, 'punto di riferimento costante nelle situazioni di emergenza'-Vigili Fuoco: Mattarella, 'punto di riferimento costante nelle situazioni di emergenza' (2)-M5s: Fico, 'nessuna subalternità con Pd, Ulivo formula vecchia'-Quirinale: Zanda, 'Mattarella esemplare, mai pensato di condizionarlo'-Didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni-Covid: primario Niguarda Milano, 'aumentano ricoveri intensiva, 80% non vaccinati'-Covid oggi Italia, 17.030 contagi e 74 morti: bollettino 3 dicembre-Covid, Altroconsumo: "Due terzi degli italiani favorevoli al vaccino obbligatorio"-Volvo: in terzo trimestre vendite e ricavi in calo ma utile per 3,3 mld corone-Scuola, studenti liceo Righi: "Floridia ci ha dato speranza, ma serve collaborazione ufficiale"

**Germania: Bundesbank, possibile taglio ‘significativo’ stima Pil 2021**

Condividi questo articolo:

Roma, 25 ott. –(Adnkronos) – “Nel 2021 è probabile che il Pil cresca significativamente meno di quanto previsto nella stima di giugno” , pari a +3,7%. Lo scrive la Bundesbank nel bollettino mensile in cui pur segnalando come in estate “l’economia tedesca ha continuato a riprendersi” con un andamento “leggermente più forte che in primavera” osserva come “le persistenti strozzature nell’offerta di materie prime e prodotti intermedi hanno frenato la produzione nell’industria”.

“Nel trimestre in corso, l’attività dovrebbe crescere in maniera significativamente più lenta” con un possibile “forte rallentamento” dello slancio registrato nei mesi estivi nel settore dei servizi. Alla luce dell’aumento dei prezzi energetici e dei problemi di approvvigionamento, pur a fronte di una forte domanda, secondo la banca centrale tedesca “la produzione in autunno sarà quindi ancora inferiore al livello pre-crisi dell’ultimo trimestre del 2019”.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net