ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Pd: i tre pilastri, il fondo anti-Nimby e la 194, il programma elettorale dem**-Piero Angela: Grasso, 'divulgatore eccezionale, uomo davvero unico. Mancherà'-Scienziati anti catastrofisti sfidano i promotori dell'Appello sul Clima: "Pubblico confronto"-Piero Angela: Jovanotti, 'amico di curiosi e menti aperte e divulgatore di cose belle'-Piero Angela: Salvini, 'un grande italiano'-Piero Angela: Fiano (Pd), 'da lui straordinario modo di raccontare l’Italia attraverso la tv'-Piero Angela: Berlusconi, 'rappresentava un modo di fare televisione sempre apprezzato'-Milano: titolare minimarket rapinato e picchiato da due ragazzi-Elezioni: Letta cita Andreatta e la logica della cattedrale da costruire-Piero Angela: Letta, 'Paese più povero, entrava nelle case di ognuno e scattava una scintilla'-Elezioni: Letta, 'abbiamo 40 giorni da scandire con impegno e passione'-Elezioni: Letta, 'senza spirito unitario tutto sarebbe inutile'-**Pd: Direzione approva all'unanimità programma elettorale'**-Elezioni: Letta, 'su collegi ad alleati serve uno sforzo per progetto non di nicchia'-Piero Angela: Mattarella, 'ha segnato la storia della Tv avvicinando pubblico ampio'-Elezioni: Letta, 'nostro programma fatto con passione, non dalla McKinsey'-Piero Angela: Prodi, 'uomo di grande cultura che ha saputo raggiungere tutti'-Piero Angela: Renzi, 'gratitudine per tutto ciò che ci hai insegnato'-Elezioni: Calenda, 'da Letta e Berlusconi show senza serietà'-Pd: Letta interrompe Direzione, un minuto di raccoglimento per scomparsa Angela

Gardini (Alleanza cooperative): “Sfida a tutto campo tra Covid e guerra”

Condividi questo articolo:

Roma, 6 lug. (Adnkronos/Labitalia) – “Tra Covid e guerra per il mondo delle cooperative è una sfida a tutto campo perché la necessità di riscrivere nuove regole, nuove opportunità e nuove risposte al bisogno che avanza; quindi le cooperative sono chiamate a dare il proprio contributo”. A dirlo oggi Maurizio Gardini, presidente Alleanza cooperative, in occasione dell’assemblea dei soci di Cfi, finanziaria partecipata e vigilata dal ministero dello Sviluppo economico con lo scopo di promuovere la nascita e lo sviluppo di imprese cooperative.

“C’è – avverte – uno spazio importantissimo dell’economia sociale che va ad intervenire e a dare un obiettivo prioritario. Parliamo di cibo di agroalimentare oggi più che mai com la guerra in atto, la sicurezza qualitativa e quantitativa del cibo in una visione globale. C’è poi il tema su come riposizionare il buon lavoro, rispettato e non violato”.

“Per Cfi si è concluso un mandato positivo perché è stato straordinariamente implementativo di modalità regolamentarie. Sono state messe in campo risorse significative che daranno maggiore respiro alla possibilità di operare”.

“Risorse – sottolinea – che verranno utilizzate per progetti di sviluppo di cooperative prevalentemente del settore lavoro, servizi e della cooperazione sociale, ma soprattutto nella spinta più innovativa dare vita a workers buyout, così da rimettere in pista occupazione e attività imprenditoriale”.

“E’ una ricetta importante – fa notare – per le crisi aziendali che ci sono e per quelle situazioni dove non c’è il ricambio generazionale e, quindi, l’azienda potrebbe andare incontro alla morte. In questo modo si rigenera il lavoro e si crea partecipazione ai risultati aziendali”.

“La cooperazione di comunità è uno strumento innovativo per ridare slancio e protagonismo a chi vive eroicamente nei borghi dell’Appennino e delle Alpi. Per chi non vuole far sparire la tradizione”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net