Fase 3: Gelmini, ‘stop stretta contante e far emergere quello in circolazione’

Condividi questo articolo:

Roma, 6 giu. (Adnkronos) – “Dal primo luglio -se non interverranno modifiche- il tetto al contante scenderà da 3.000 euro a 2.000 e poi a 1.000. Una misura sbagliata in tempi normali, figuriamoci adesso che i consumi sono fermi per effetto del Covid. Per questo abbiamo chiesto con un emendamento al decreto rilancio di cancellare la disposizione della Finanziaria che prevedeva la stretta sul contante”. Lo afferma Mariastella Gelmini, capogruppo di Fi alla Camera.

“Ma c’è di più: poiché si stima che ci siano in circolazione oltre 100 miliardi di euro, occorrerebbe favorire la loro emersione -aggiunge- con un provvedimento ad hoc, una specie di voluntary disclosure, per reimmettere queste risorse sul mercato. Magari incentivando chi lo farà ad acquistare titoli di Stato”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net