ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Covid Germania, quasi 18mila contagi nelle ultime 24 ore

Condividi questo articolo:

(Adnkronos) – In Germania sono stati registrati 104 morti per coronavirus e 17.855 contagi nelle ultime 24 ore, secondo i dati del Robert Koch Institute, che portano così il bilancio totale a 2.998.268 casi e 78.353 decessi dall’inizio della pandemia. E’ stato anche evidenziato che il tasso di incidenza accumulato negli ultimi sette giorni è di 129,2 casi ogni 100.000 abitanti, con circa 248.000 casi attivi, contro l’incidenza di 120,6 registrati sabato. Il numero totale di persone guarite fino ad oggi nel Paese è pari a 2.671.200, di cui circa 9.600 nelle ultime 24 ore.

In questo contesto, il governo tedesco ha presentato ieri un progetto di modifica della legge sulla protezione contro le infezioni al fine di poter applicare misure uniformi in tutte le regioni ad alto grado di contagio, a fronte della terza ondata di coronavirus. Nel testo del progetto, a cui ha avuto accesso l’agenzia Dpa, l’esecutivo tedesco propone, tra l’altro, restrizioni tra le 21 e le 5 del mattino. La bozza è stata inviata ai gruppi parlamentari del Bundestag (Camera bassa del parlamento tedesco) e ai 16 Stati federali. Secondo la bozza, da un’incidenza cumulativa in sette giorni di 100 nuovi contagi ogni 100.000 abitanti, si applicherebbero rigide regole di distanziamento, che prevedono di consentire solo incontri privati tra i componenti di un nucleo familiare con un massimo di cinque adulti.

Verrà mantenuto anche il divieto di apertura dei negozi, ad eccezione di supermercati, farmacie e drogherie. Anche la pratica sportiva in gruppo continuerebbe ad essere vietata. Sono previsti test inoltre obbligatori per il covid per gli studenti, mentre le scuole dovrebbero chiudere se l’incidenza fosse superiore a 200 per tre giorni consecutivi.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net