Coronavirus: Ats Bergamo, non ci sono state polmoniti precoci da covid (2)

Condividi questo articolo:

<p>(Adnkronos) – In più, le analisi del servizio epidemiologico dell’Ats sui ricoveri relative alla diagnosi principale “Polmonite agente non specificato”, derivante dall’analisi delle schede di dimissione ospedaliera, “non consentono di poter ascrivere con sicurezza tali ricoveri a casi di infezione misconosciuta da Sars Cov-2”, spiega una nota. </p>
<p>I grafici forniti da Ats, in sostanza, evidenziano come il picco anomalo si sia verificato solo a marzo e aprile 2020 rispetto alle serie storiche, che negli stessi mesi invernali degli anni precedenti al 2019/2020 mostrano un identico insorgere di nuovi casi, proprio per “l’effetto invernale”. </p>
<p>Le variazioni, quindi, “non forniscono pertanto elementi sistematici per affermare l’evidenza della presenza di ricoveri per polmoniti ‘Covid-like’ di rilevante entità nei mesi di dicembre-2019 e gennaio-2020”. </p>

Questo articolo è stato letto 6 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net