Coronavirus: arcivescovo Delpini, ‘non so se ci ha reso migliori, forse più umili’

Condividi questo articolo:

Milano, 26 nov. (Adnkronos) – Il coronavirus e i suoi effetti sulla società “non so se ci hanno reso migliori, forse più umili, più consapevoli dei nostri limiti. Una consapevolezza pagata a caro prezzo”. Così l’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, dialogando con il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, in un incontro organizzato dalla Diocesi di Milano.

L’umiltà – ha aggiunto – è un principio di sapienza. E’ il timore di Dio, la consapevolezza che l’uomo non si fa da sè, ma che ha anche delle responsabilità”. Uno degli effetti della pandemia è stato anche l’impossibilità di “sognare insieme un futuro della nostra società. Questo spirito – ha detto – si è un po’ smarrito”.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net