Comunali: domenica primarie a Roma e Bologna, occhi puntati su partecipazione/Adnkronos

Condividi questo articolo:

Roma, 18 giu (Adnkronos) – Domenica di primarie a Roma e Bologna, dopo Torino che ha scelto Stefano Lorusso come candidato sindaco del centrosinistra. Gazebo aperti dalle 8 alle 21 in tutte e due le città per il voto ‘in presenza’, mentre per quello on line è ormai scaduto il termine per registrarsi con lo Spid alla piattaforma messa a punto dagli organizzatori.

Nella Capitale e sotto le Torri le primarie hanno assunto caratteristiche particolari, diverse. Ma ad unire il voto di domenica è certamente la questione affluenza. Specie dopo la risposta ‘tiepida’ degli elettori di Torino. Il meteo, con il primo, deciso week end di caldo torrido, aumenta la ‘suspense’ sul numero di sostenitori del centrosinistra che si recheranno ai gazebo. Lo stesso si può dire per la concomitanza con Italia-Galles degli Europei di calcio e anche con le norme anti pandemia, visto che si parla del primo fine settimana ‘bianco’.

A Roma, comunque, si parte dal dato delle ultime primarie, quelle del 2016. “Noi lavoriamo affinché ci sia la partecipazione di uno in più rispetto ai 40mila del 2016”, ha spiegato il segretario regionale Bruno Astorre. Nella capitale i gazebo sono circa 250, dislocati in tutta la città. L’esito del voto si annuncia più scontato rispetto a Bologna, con Roberto Gualtieri favorito sugli altri candidati: Cristina Grancio, Imma Battaglia, Giovanni Caudo, Stefano Fassina, Tobia Zevi e Paolo Ciani.

Questo articolo è stato letto 2 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net