Como: fermato con lingotti d’oro al confine con la Svizzera

Condividi questo articolo:

Milano, 11 nov. (Adnkronos) – Un cittadino italiano è stato fermato al confine con la Svizzera dall’agenzia delle dogane e dai militari gdf di Ponte Chiasso mentre viaggiava a bordo di un treno diretto da Chiasso a Milano. Aveva con sè, senza dichiararlo ai funzionari che gli hanno comunque fatto un controllo, quattro piccoli lingotti d’oro, del peso complessivo di 185 grammi, per un controvalore di oltre 9mila euro. Al trasgressore è stata contestata la violazione dell’art. 303 del D.P.R. 43 del 1973.

“L’attività di servizio in argomento si inquadra in un più ampio e costante dispositivo di prevenzione posto in essere dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dalla Guardia di Finanza ai valichi di confine italo-svizzeri, a presidio della legalità e per garantire il rispetto della normativa doganale”.

Questo articolo è stato letto 8 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net