Ciulli (Google): “Progetto Una+ agenzie digitali driver sviluppo Paese”

Condividi questo articolo:

Roma, 23 set. (Adnkronos) – “UNA+ è la scommessa che abbiamo fatto aiutando UNA, l’associazione delle agenzie digitali, per rendere ancora di più le agenzie digitali un driver per lo sviluppo e per la crescita del paese. Lo facciamo essenzialmente in due modi. Il primo è aiutare la competenza e la formazione di queste agenzie. Le agenzie digitali sono il meglio del digitale italiano ma è anche vero che il digitale cambia costantemente e quindi la partnership tra Google e UNA serve a mantenere sempre aggiornata la rete delle agenzie e a fornire loro formazione costante”. A dichiararlo è stato Diego Ciulli, Policy Manager di Google, è intervenuto alla tavola rotonda per la presentazione della ricerca commissionata da UNA (Aziende della Comunicazione Unite) e condotta da Prometeia, in collaborazione con Google, sul mercato digitale. L’indagine si inserisce all’interno di UNA+, il progetto mirato alla formazione e all’aggiornamento delle piccole e medie agenzie digitali.

“Dall’altro lato – prosegue Ciulli – con ‘Italia in digitale’ ci siamo posti l’obiettivo di dare una spinta molto forte alla digitalizzazione delle piccole e medie imprese italiane. Lo facciamo con una serie di strumenti come i corsi di formazione per le Camere di commercio. Sappiamo anche che le agenzie digitali sono un alleato straordinario per il rilancio del paese. Vorremmo, insieme ad UNA e con UNA+, fare in modo che le aziende italiane che vogliono potenziare la propria presenza in rete trovino non solo formazione online e in presenza, come abbiamo offerto in ‘Italia in digitale’, ma anche una rete di soggetti nei loro territori che le affianchino in questa attività di innovazione”.

Ciulli ha poi commentato i dati sul valore aggiunto delle agenzie digitali che, secondo l’indagine, si attesta al 1,7% del PIL: “La ricerca ci ha raccontato che in Italia esiste un settore economico che ha un contributo al PIL più alto dei panificatori e ha più occupati del settore della chimica e che non era affatto conosciuto: si tratta delle cosiddette agenzie digitali, cioè quei soggetti che aiutano le imprese italiane a comunicare online. Le agenzie digitali realizzano i siti internet delle aziende, organizzano compagne pubblicitarie, analizzano il traffico in rete e aiutano le imprese a capire quali sono i mercati promettenti e a trovarne di nuovi”.

” È un settore giovane – ha sottolinea Ciulli – e con più donne rispetto ad altri settori dell’economia. Secondo la ricerca quello del digitale è un settore che ha meno paura dei mesi che abbiamo davanti, anzi vede già nel 2021 prospettive di crescita. Mi sembra una notizia: l’Italia può ripartire dal digitale e il digitale italiano è presente ed in crescita. Sul nostro territorio ci sono tanti aziende che aiutano le imprese ad utilizzare al meglio piattaforme come quella di Google che contribuiscono alla costruzione della propria attività”.

In merito agli ostacoli che le aziende devono affrontare per realizzare una trasformazione digitale, Ciulli ha commentato: “Esistono un paio di ostacoli fondamentali. Il primo riguarda le competenze. Dobbiamo fare di più sulle competenze digitali dei lavoratori e degli imprenditori. È impossibile cogliere le opportunità di internet se le persone che sono in ruoli di leadership non hanno la consapevolezza di quanto il digitale sia fondamentale per la transizione dell’economia e per la crescita. Il secondo è il divario territoriale, abbiamo visto nella presentazione della ricerca che le agenzie digitali ancora sono concentrate nel centro Nord. Impegnarsi nell’attuare politiche per la crescita dell’ecosistema digitale del centro Sud è un modo per creare lavoro giovane in quei territori ma è soprattutto un modo per dare alle aziende di quelle aree dei partner per fare il salto e accedere a nuovi mercati, utilizzando le opportunità di internet”.

Questo articolo è stato letto 7 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net