ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Cinema: è morta Cecilia Mangini, pioniera del documentario con Pasolini (3)

Condividi questo articolo:

(Adnkronos) – Tutto il loro cinema affrontò consapevolmente le complesse trasformazioni politiche e socio-culturali del dopo guerra. Con “All’armi siam fascisti!” (1962), Mangini e Del Fra furono i primi, insieme a Lino Micciché, a realizzare una riflessione sul regime di Mussolini, offrendo una visione compiuta grazie all’incisivo montaggio del materiale di repertorio e al commento dello scrittore Franco Fortini.

Essere apertamente schierati politicamente con il partito comunista, non impedì loro di realizzare subito dopo, nel 1963, un documentario su “Stalin”, seguendo lo stesso principio di storicizzazione che aveva animato “All’armi siam fascisti!”. Le incomprensioni nate su questo punto con il produttore Lucisano che ne modificò e tagliò alcune parti, portarono gli autori, compreso Franco Fortini, a ritirare la firma.

Difficile stabilire dove inizia il contributo di Cecilia Mangini e dove finisce quello di Lino Del Fra. Ogni progetto è frutto di un sodalizio fuori dal comune. Per la regia di Lino Del Fra vanno ricordati “L’inceppata”, “La passione del grano”, entrambi del 1960, “La torta in cielo” (1970) e “Comizi d’amore ’80” (1982) che a vent’anni di distanza riproponeva le questioni sul sesso e la famiglia del film inchiesta di Pier Paolo Pasolini.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net