La crisi si supera, con la riqualificazione energetica

Condividi questo articolo:

La crisi puo’ essere superata grazie alla riqualificazione energetica di case ed edifici, ma serve un nuovo sistema di incentivi

La crisi può essere superata, grazie, anche, all’eco-riqualificazione delle case e degli edifici. Seguendo questa strada ‘si possono, così, attivare 3 miliardi di euro di investimenti e 120.000 posti di lavoro l’anno’. A dirlo è Legambiente che propone ‘un nuovo sistema di incentivi per la riqualificazione energetica che consenta di dimezzare i consumi negli edifici condominiali’.

In Italia, secondo il parere di Legambiente, emerge ‘la necessità di nuove politiche’ per la ‘riqualificazione energetica in edilizia’, facendo particolate attenzione agli edifici condominiali, dove si spreca, anche a causa del riscaldamento centralizzato, tanta energia. ‘Occorre introdurre un nuovo sistema di incentivi che si applichi allo specifico dei condomini, se si vuole offrire una possibilità reale di riduzione della spesa energetica alle famiglie e, al contempo, aggredire la parte più consistente dei consumi energetici’ – afferma Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente – ‘Nel 2013 qualsiasi politica deve tenere conto della difficilissima fase di recessione. Per questo la nostra proposta vuole far corrispondere ai vantaggi economici e fiscali un risparmio energetico reale’.

E quindi, in tema di riqualificazione energetica degli edifici l’obiettivo di Legambiente è una riduzione media del 50% dei consumi delle abitazioni, certificata dal salto di classe energetica.  In base a una simulazione fatta su condomini a Milano, Roma e Bari il rientro medio attraverso gli incentivi per la riqualificazione varia tra il 31 e il 36%; ci sarebbe un benefit in bolletta e nel comfort sia invernale che estivo; inoltre, a seconda dell’intervento, ci potrebbe essere una riduzione delle bollette per il riscaldamento circa del 50% entro un massimo di 11 anni per una cifra che varia tra gli 800 e i 1300 euro l’anno. L’intervento su 200.000 case all’anno (14.000 condomini) metterebbe in moto investimenti per 3 miliardi di euro, creando almeno 120 mila nuovi posti di lavoro per tutto il periodo 2014-2020.

(gc)

Questo articolo è stato letto 9 volte.

case, energia, riqualificazione energetica, riqualificazione energetica edifici

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net