L’energia arriva dall’Oceano. Un piano Ue per sfruttare mare

Condividi questo articolo:

La Commissione Europea ha lanciato un piano d’azione per sfruttare l’energia oceanica: si otterra’ energia pulita e 40.000 posti di lavoro

 

Dall’acqua arriva benessere, idratazione e sollievo. E anche tanta energia: l’oro blu potrebbe presto trasformarsi anche in ‘energia blu’, arrivando potenzialmente a soddisfare il 78% del consumo energetico europeo entro il 2030. La Commissione europea ha infatti lanciato un piano d’azione per sfruttare l’energia oceanica, prevedendo non solo un incremento dell’energia green, ma anche un aumento dei posti di lavoro (circa 40mila nuovi posti entro il 2035).

Il piano di azione per sfruttare l’energia del mare, prevede la creazione di un Forum che coinvolgerà tutti i diversi attori, dalle autorità all’industria alle organizzazioni ambientali. Da questi confronti dovrà nascere una  roadmap con cifre per aiutare lo sviluppo del settore, che include tutte le tecnologie per la raccolta delle energie rinnovabili provenienti dai mari e dagli oceani (maree, moto ondoso, temperatura dell’acqua, salinità), ad eccezione dell’energia eolica offshore.

 

‘L’energia oceanica possiede un potenziale considerevole per aumentare la sicurezza di approvvigionamento’ dell’Europa, ha dichiarato il commissario Ue all’energia Guenther Oettinger. Obiettivo finale sarà ‘promuovere l’innovazione tecnologica e conseguire e andare oltre gli obiettivi della strategia Europa 2020’, contribuendo allo ‘sviluppo e all’integrazione nel sistema energetico europeo di ”un’ampia gamma di fonti di energie rinnovabili, fra cui l’energia oceanica’.

gc

Questo articolo è stato letto 37 volte.

acqua, energia, energia del mare, mare

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net