ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Ecobonus: dal 2014 gli incentivi saranno stabili

Condividi questo articolo:

Gli ecobonus per efficienza energetica e ristrutturazioni saranno stabili a partire dal 2014 e riguarderanno anche rimozione di amianto e impianti per depurazione delle acque

 

Gli Ecobonus previsti per le ristrutturazioni e interventi per migliorare l’efficienza energetica degli edifici saranno stabili a partire dal 2014. La Camera dei deputati ha approvato all’unanimità, con il parere favorevole di governo e commissione, un emendamento al decreto che prevede che gli ecoincentivi previsti dal dl ecobonus dovranno diventare permanenti dal 2014.

L’approvazione dell’emendamento al decreto legge sugli Ecobonus definisce, quindi, i termini precisi di stabilizzazione degli incentivi, fissando dei punti chiari e certi per tutti coloro che sono interessati.

 

L’articolo del decreto legge sugli Ecobonus  proroga al 31 dicembre prossimo le detrazioni per le ristrutturazioni edilizie e per l’efficienza energetica, a cui la camera ha aggiunto anche gli incentivi per l’adeguamento antisismico, in attesa, si legge all’articolo 15,  ‘della definizione di misure e incentivi selettivi di carattere strutturale’. Misure, comunque, che dovrebbero essere emanate entro il 31 dicembre 2013. Nello stesso articolo sono indicati gli ambiti della futura stabilizzazione delle detrazioni: adeguamento antisismico e la messa in sicurezza degli edifici esistenti, l’incremento dell’efficienza idrica e del rendimento energetico degli stessi, l’installazione di impianti di depurazione delle acque da contaminazione di arsenico, la sostituzione delle coperture di amianto negli edifici.

(gc)

Questo articolo è stato letto 4 volte.

ecobonus, ecoincentivi, interventi Ecobonus, interventi efficienza energetica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net